Eder allo scoperto: «So dove voglio chiudere la mia carriera»

eder italia
© foto www.imagephotoagency.it

Eder allo scoperto: «So dove voglio chiudere la mia carriera»

Eder Citadin Martins, ex attaccante della Sampdoria ora in forza ai cinesi dello Jiangsu Suning, ha riavvolto il nastro ai microfoni di CBN Diario e svelato progetti futuri. Contrariamente a quanto dichiarato in precedenza, il classe ’85 sembra intenzionato a tornare in Brasile per chiudere la propria carriera.

CARRIERA – «Sono stato campione a Santa Catarina nel 2005 e dopo poco mi sono trasferito all’Empoli, che era in Serie A quell’anno. Poi ho firmato per la Sampdoria fino a quando non ho raggiunto l’Inter, ma la mia prima chiamata dall’Italia è stata quando stavo giocavo con la Samp, dove ero già naturalizzato e avevo fatto buone stagioni».

CORONAVIRUS – «C’è una situazione molto delicata in Italia. Ho diversi colleghi lì e anche il calcio italiano vuole tornare e il problema con questo virus è che molte persone possono essere contagiate e non lo sanno nemmeno. Ho amici che giocano lì e si sono riuniti pensando che andasse bene e sono andati ai test e sono stati contagiati. Quindi è una situazione molto delicata. Se è completamente sicuro, penso che sarà possibile ricominciare».

FUTURO – «Voglio tornare indietro e terminare la mia carriera al Criciúma, perché tutto è iniziato lì. Ho avuto questa opportunità, al momento, con il presidente Moacir Fernandes e quindi è un sogno iniziare lì e finire a Criciúma. Sarebbe davvero bello».