Éder ricorda il gol al Napoli: «Il mio più bello con la Samp». E su un ritorno… – VIDEO

Éder napoli sampdoria gol
© foto www.imagephotoagency.it

Éder e quel gol al “San Paolo” contro il Napoli: «Il mio più bello con la Samp». E su un ritorno: «Provo sempre un brivido quando se ne parla» – VIDEO

Trasferta delicata in programma per la Sampdoria, che dopo le due sconfitte di avvio campionato affronterà il Napoli sabato pomeriggio al “San Paolo” (ore 18). Il bilancio degli ultimi vent’anni ai piedi del Vesuvio è spaventosamente negativo per i blucerchiati, ma una delle poche note liete degli ultimi tempi è certamente quel pareggio strappato nel 2015 grazie alla doppietta di Éder Citadin Martins.

Lo stesso attaccante italo-brasiliano, raggiunto dai microfoni de Il Secolo XIX, ha ricordato con un po’ di emozione quella magnifica rete del 2-2 che permise alla Samp di tornare a casa con un punto prezioso in saccoccia. Una serpentina a ubriacare i difensori del Napoli, poi il piattone che trafigge Reina: «Penso sia stato il mio più bel gol dei tanti con la Samp, prima con un mio rigore e poi con quel bel gol siamo riusciti a riequilibrare una partita che nel primo tempo, con doppietta di Higuain, si era messa malissimo e sembrava già finita. Era la seconda giornata e dopo la vittoria d’esordio con il Carpi in casa quel pareggio tutto costruito con un bellissimo secondo tempo ci diede grande entusiasmo. Eravamo un gruppo molto affiatato anche con Zenga in panchina. Giocavamo un bel calcio a mio parere. Sono ricordi bellissimi anche perché il San Paolo era, com’è ancora oggi, uno stadio difficilissimo dove giocare».

Spesso il nome di Éder viene accostato alla Samp in periodo di mercato. Questi rumors di un possibile ritorno a Genova non fanno che piacere al classe ’90, che da più di un anno gioca in Cina  con la maglia dello Jiangsu Suning: «È andata com’è andata, ma Genova e la Samp sono sempre nel mio cuore, ormai non c’è bisogno che lo dica, lo sapete e soprattutto lo sanno i tifosi. A ogni mercato si parla del mio possibile ritorno a Genova e provo sempre un brivido perché quella è casa mia. Ora è un po’ di tempo che non torno a trovare gli amici e non sapete quanto mi manca. Appena posso tornerò e chissà, magari anche stabilmente in futuro», ha concluso l’ex blucerchiato.