Ekdal chiaro: «Da settimane mi è difficile pensare al calcio»

ekdal sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ekdal e la sua posizione chiara: «Sono sincero, questo virus ha portato via tante vite e da settimane non riesco a pensare al calcio»

Albin Ekdal, centrocampista della Sampdoria, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport in cui parla del momento attuale, scandito dal Coronavirus. Ecco le sue parole:

«Voglio e devo essere sincero: non per il calcio che si è fermato, bensì per questo virus che ha portato via tante vite ed avrà pesanti conseguenze economiche per le famiglie. Da sei settimane mi è difficile pensare al pallone. La prima settimana è passata bene, poi è diventato triste, non possiamo andare in giro, a me piace scendere sotto casa, parlare con le persone. Qui a Genova non ho neppure la mia compagna e mia figlia, un anno e mezzo di felicità. All’inizio per lei era divertente vedere papà su Facetime, ora il giochino non funziona più».