Emergenza Coronavirus, Malagò: «Porte chiuse? Una delle ipotesi»

Coronavirus Malagò
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del CONI Malagò ha commentato l’ipotesi di disputare alcune partite di Serie A a porte chiuse

Giovanni Malagò è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per parlare dell’emergenza Coronavirus, che ha costretto al rinvio di quattro gare di Serie A: «Porte chiuse? Era una delle ipotesi sul tavolo. Per me sarebbe stato inelegante e non corretto se si fossero anticipate le mosse. Il tema è che oggettivamente ci sono due problematiche: la prima è che c’erano 60mila biglietti venduti per l’Inter e quindi le società si sarebbero dovute far carico di questo aspetto».

«La seconda è che se decidi per le porte chiuse quando era stato già tutto organizzato, magari poi ci sono tifosi o gruppi di tifosi che vanno comunque verso lo stadio e lì c’è un problema di ordine pubblico. Le forze dell’esercito poi magari sono impegnate altrove e bisogna fare i conti con altro», ha concluso il presidente del CONI.