Incontro Samp, Genoa e Comune: le richieste per il Ferraris

Ferraris Coronavirus Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria e Genoa hanno incontrato il Comune a Palazzo Tursi: al centro dell’interesse la situazione del campo di Marassi e l’eventuale acquisto dell’impianto da parte dei blucerchiati

La situazione del manto erboso del “Ferraris” ha fatto letteralmente impazzire Giampaolo, durante la partita interna contro la Spal. L’allenatore svizzero ha poi chiarito in modo colorito, a fine gara, che il campo di Marassi è un qualcosa di indecente, che finisce per penalizzare una squadra, come quella blucerchiata, che dovrebbe fare del possesso e del giro rapido di palla una delle sue migliori caratteristiche. Le lamentele di Sampdoria e Genoa per le condizioni nelle quali versa il rettangolo verde – per il rifacimento del quale le società avevano speso ben 1,5 milioni – non sono mancate ad arrivare, tanto che nella settimana che ha preceduto il primo turno del girone di andata una commissione di periti agrari ha effettuato un sopralluogo sul campo, per valutare eventuali interventi di miglioramento.

Di questo aspetto, da migliorare immediatamente, e di un aspetto che concerne un progetto di medio-lungo termine hanno parlato ieri pomeriggio i rappresentanti di Sampdoria e Genoa, a Palazzo Tursi, con i rappresentanti del Comune di Genova. Al centro dell’interesse, la situazione dello stadio “Ferraris”, che attualmente è in concessione alle due squadre genovesi, che lo gestiscono. L’idea della Sampdoria, proposta anche ieri, è quella di acquistare l’impianto per farne uno stadio di proprietà: il prezzo ipotizzato dalla società di Corte Lambruschini è di circa 8-10 milioni – il prezzo pagato dall’Atalanta per rilevare l’Atleti Azzurri d’Italia. L’idea blucerchiata potrebbe funzionare, ma andrà ascoltato il parere del Genoa, attualmente socio al 50% nella gestione dell’impianto genovese. Quel che è certo, è che a questo incontro ne seguiranno altri, in rapida successione: la Sampdoria intende premere sull’acceleratore per acquistare lo stadio, e inizierà il pressing sul Comune affinché le cose si incanalino nella direzione giusta.