Ferraris, perizia salata: il Comune chiede 18 milioni

Ferraris asta
© foto www.imagephotoagency.it

La perizia sul “Ferraris” stabilisce un valore di 18 milioni di euro. Il sindaco Bucci: «Genoa e Sampdoria troveranno la soluzione»

Dopo quasi cinque mesi di attesa, la perizia dell’Agenzia del Territorio è finalmente arrivata. Lo stadio “Luigi Ferraris”, prossimo alla cessione da parte del Comune di Genova, è destinato a passare in mano a Sampdoria e Genoa, ma le ultime notizie complicano parecchio i piani. Il valore attribuito all’impianto, ormai obsoleto, è di ben 18 milioni di euro, cifra molto superiore a quella attesa dai due club per poter pensare a un acquisto. Sia Massimo Ferrero che Enrico Preziosi puntavano infatti a un’acquisizione dello stadio per una cifra intorno ai 7-8 milioni, considerando anche gli innumerevoli interventi di restauro e miglioria previsti per i prossimi anni e che verranno complessivamente a costare alle società circa 30 milioni.

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha così commentato la situazione: «Continuiamo a voler vendere lo stadio e vogliamo affidare la gestione a una società privata che, naturalmente, qualunque essa sia, dovrà garantire l’accessibilità a Genoa e Sampdoria. E su questo non c’è alcuna discussione. Il percorso resta lo stesso, si tratta di trovare il modo per cui su questa cifra, considerando anche lo sconto già previsto, si renda comunque possibile trovare acquirenti. Come tutti gli imprenditori, penso che anche quelli che sono a capo di Genoa e Sampdoria troveranno la soluzione».

«L’amministrazione – prosegue il primo cittadino – farà tutto il possibile per facilitare la vendita dello stadio, ovviamente rimanendo nella legalità, e far sì che il suo acquisto da parte dei privati abbia sia un ritorno per gli imprenditori che, al tempo stesso, una ricaduta positiva sulla città per avere manifestazioni sportive, spettacoli e tutto quanto c’è di contorno negli stadi moderni. Penso che in Italia il modello da seguire sia quello della Juventus», riporta Primocanale. A breve verrà emesso un bando di gara per l’acquisto del “Ferraris”, aperto a tutti i possibili investitori, anche se difficilmente Samp e Genoa troveranno concorrenza.

Articolo precedente
Osti SampdoriaIncontro tra Samp e Albissola: tre nomi in ballo
Prossimo articolo
L’attesa è finita: le nuove maglie della Samp