Ferrero contro CalcioInvest: azioni legali in arrivo

ferrero cessione calciomercato
© foto Valentina Martini

CalcioInvest si ritira dalle trattative per la cessione, per Ferrero non c’è una giusta causa: azioni legali in arrivo

Non è andata giù, a Massimo Ferrero, la decisione presa da CalcioInvest di ritirarsi dalle trattative per l’acquisizione della Sampdoria dopo aver valutato come “eccessiva la richiesta economica dell’attuale proprietà”. Il Viperetta ha ribadito di non aver mai cambiato le cifre richieste, di cui il gruppo Vialli era al corrente fin dall’inizio, e adesso è molto probabile che vengano intentate azioni legali contro la cordata italo-americana.

Per Ferrero sarebbe avvenuta una violazione del principio del “rispetto della buona fede” nella fase pre-contrattuale. Nella lettera d’intenti firmata dalle parti – che garantiva l’esclusiva a CalcioInvest fino al 30 settembre – era infatti stabilito anche il range nel quale, sulla base di parametri e moltiplicatori, avrebbero dovuto stare le cifre dell’offerta finale mai arrivata (dai 75 agli 82 milioni di euro, esclusi i debiti).

Dato che le due diligence effettuate non hanno riservato sorprese, Dinan e soci avrebbero dovuto avanzare una proposta entro tale forbice, ma hanno preferito ritirarsi. Per il numero uno blucerchiato si tratta di un dietrofront senza “giusta causa”, dato che la precaria situazione di classifica momentanea non può modificare il valore economico della Sampdoria. Ferrero si sarebbe aspettato una chiusura della trattativa da parte degli acquirenti – come si evince anche dal comunicato emesso ieri dalla Holding Max – e adesso potrebbe sguinzagliare i propri avvocati per dimostrare di avere ragione.