Ferrero lo conferma, Giampaolo chiede chiarezza: il nodo è il mercato

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero conferma Giampaolo sulla panchina della Sampdoria, ma il tecnico chiede chiarezza: va trovata unità d’intenti sul mercato

Con la sconfitta interna rimediata contro il Napoli per la Sampdoria si sono azzerate le residue possibilità di agguantare una qualificazione in Europa, anche se già dopo la partita persa a Sassuolo era chiaro che nemmeno quest’anno i blucerchiati sarebbero riusciti a centrare la settima posizione in classifica. Domenica si chiuderà dunque, a Ferrara contro la Spal, un campionato comunque positivo per la Samp, che ha visto la valorizzazione di molti giovani e che ha visto altresì la classifica migliorarsi rispetto alla passata stagione. Numeri alla mano, infatti, se si fa la tara alla delusione della mancata qualificazione alla prossima Europa League, la corsa di Quagliarella e compagni in quest’annata è stata oltremodo positiva, tanto che il prossimo anno l’obiettivo sarà quello di confermarsi e, se possibile, migliorarsi.

Proprio questo sembra essere lo scoglio principale nel dialogo, più a distanza che a quattr’occhi, che si è instaurato fra il tecnico doriano Giampaolo e il presidente Ferrero. Quest’ultimo, anche dopo la partita persa contro gli azzurri domenica sera, ha confermato l’allenatore sulla panchina doriana affermando di voler continuare il percorso di crescita della squadra, ma lo stesso Giampaolo, dopo la partita come prima del match, ha ribadito un concetto per lui fondamentale: l’allenatore vorrebbe restare a Genova, ma lo farà solo se le condizioni saranno quelle giuste, se ci sarà il giusto impegno, da parte della società, a non smobilitare per ripartire da zero. Alzare l’asticella è possibile, secondo il tecnico, ma lo si deve fare con criterio, senza la pretesa di rifondare un organico cedendo i migliori – come fatto insomma lo scorso anno. Questo è insomma il pomo della discordia: da una parte Ferrero giustifica eventuali cessioni – anche – parlando di volontà dei giocatori di essere ceduti, dall’altra parte Giampaolo pretende una certa stabilità e chiarezza d’intenti. Due discorsi legittimi, che dovranno trovare il modo di incrociarsi per trovare una soluzione mediana che accontenti entrambe le parti: se la volontà è quella di proseguire insieme, come sembra, il giusto compromesso lo si troverà.

Articolo precedente
Sampdoria, non mollare ora: a Ferrara per l’ottavo posto
Prossimo articolo
torreira sampdoriaTabarez crede in Torreira e Ramirez: sono tra i preconvocati per il Mondiale