Ferrero difende la Samp: «Ma quale paura di stare in alto?»

sampdoria ferrero
© foto Valentina Martini

Il presidente Ferrero sulla gara di domani: «A Napoli sarà importante fare una bella partita, vincerà il migliore»

Domani pomeriggio alle ore 15 la Sampdoria scenderà in campo al “San Paolo” per tentare uno sgambetto che metterebbe in discussione il primato in classifica del Napoli. Il presidente blucerchiato Massimo Ferrero, nonostante l’alto tasso di difficoltà, non parte battuto e carica i suoi: «L’importante è fare una bella gara. E’ certo che c’è stato un calo fisico, ma dovete pensare che siamo la Sampdoria e siamo molto ambiziosi. Abbiamo vinto con Milan e Juventus, e se riuscissimo a vincere domani saremmo visti sotto una lente di ingrandimento molto importante. Se il Napoli vincesse contro la Sampdoria quali titoli ci sarebbero? Invece al contrario…Lasciate qualcosa a noi (scherza, ndr). Domani vincerà il migliore. Ripeto, l’importante sarà fare una buona gara, senza aver paura». A chi accusa la Sampdoria di non aver saputo gestire l’entusiasmo dopo la vittoria casalinga contro la Juventus, il numero uno doriano risponde così: «Siamo una squadra semplice e vogliosa, e di ossigeno ne abbiamo da vendere. Altro che paura di stare in alto dopo la vittoria contro la Juventus!».

Quella di domani, per Ferrero sarà anche l’occasione di riabbracciare il suo amico e collega Aurelio De Laurentiis, presidente partenopeo e produttore cinematografico: «Non l’ho sentito, in verità non lo sento mai. In questo periodo lui è molto impegnato con il suo film di Natale. In questo momento io passo il mio tempo andando a trovare la Primavera e i bisognosi, anche perché qui parliamo tanto ma ci dimentichiamo della gente che non arriva a fine mese». Quando gli viene chiesto a chi lascerebbe la vittoria dello scudetto, Ferrero non si espone: «Non ho questo potere, io vorrei vincerle tutte. Fate dei discorsi che potrebbero essere fraintesi. Quello che tocco io diventa una perla, io ci metto il culo». Breve ma esaustiva, l’ultima battuta su un possibile futuro di Marco Giampaolo sulla panchina del Napoli: «Vi piacerebbe…».