Ferrero: «Servono una punta e un mediano. Ramirez? Vedremo»

ferrero sampdoria bogliasco
© foto Mattia Bronchelli

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, era presente all’amichevole contro il Derthona. Il punto sul mercato

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha fatto il punto sul mercato a margine del match disputato contro il Derthona a cui ha assistito. Ai taccuini de Il Secolo XIX, il numero uno doriano ha evidenziato alcune trattative da Gaston Ramirez a Omar Colley.

SEGUI QUI TUTTE LE OPERAZIONI DI MERCATO DELLA SAMPDORIA

MERCATO – «Una punta e un mediano, poi l’ossatura della squadra c’è. Ho venduto Linetty al Torino, è vero, a nove milioni e mezzo grazie a bonus facilmente raggiungibili, ma guardatevi intorno. Dalla Juventus alla Roma, all’Inter, non c’è una big che sta comprando. E tutto il calcio europeo è fermo. Questo Covid sta togliendo sicurezza e anche il calcio ne risente. Qualcosa come sempre faremo ma ci vuole pazienza e visione d’insieme».

ESUBERI – «A calcio si gioca in undici, non è come il rugby che si gioca in 15. E se contate già ora quanti difensori, centrocampisti e attaccanti abbiamo, capite che prima di comprare bisogna sfoltire. Altrimenti si rischiano solo boomerang visto che tanti finiscono per non giocare e a nessuno fa piacere»

RAMIREZ – «Di gratis non c’è niente, vedremo»

COLLEY – «Ma perché dovrei regalarlo? Sapete quanto sta trattando De Laurentiis per la possibile cessione di Koulibaly? Di che parliamo»