FIGC, pronto il documento per salvare il calcio: i dettagli

gravina figc
© foto www.imagephotoagency.it

Pronto il documento della FIGC che nelle prossime ore sarà trasmesso al governo e al CONI: la strategia per salvare il calcio

La FIGC pensa a come poter salvare il calcio italiano da questa crisi che sembra derivata dall’emergenza Coronavirus. Secondo La Gazzetta dello Sport sarebbe pronto il documento da inviare al presidente del Coni Giovanni Malagò e al Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Al suo interno sono contenute le strategie per fronteggiare la crisi economica.

La lista è stata definita: riconoscimento dello stato di crisi, sospensione del canone per l’affitto degli impianti, estensione della cassa integrazione anche ai calciatori di B e C con uno stipendio massimo di 50 mila euro annui, un fondo “salva calcio” inizialmente alimentato dalla FIGC per aiutare le società in difficoltà. Inoltre, le richieste sono spalmate in tre fasi: l’attuale discussione per la traduzione in legge del decreto “Cura Italia”; il nuovo decreto “economico” di aprile; l’intervento nel “semplifica Italia”.