Fiorentina-Sampdoria, Pioli ha paura: «I blucerchiati mi preoccupano»

© foto www.imagephotoagency.it

Fiorentina-Sampdoria, Serie A 2017/18: Pioli in conferenza stampa di presentazione del match

Tempo di conferenza anche per Pioli. La sua Fiorentina, domani alle 20:45, affronterà la Sampdoria di Giampaolo. Tanti i temi toccati dal tecnico nella sala stampa del Manuela Righini. Si inizia a parlare di come la squadra ha preparato questo complicato match contro i blucerchiati: «Abbiamo fatto tutto giusto questa settimana. I ragazzi si sono allenati bene e vedo un gruppo voglioso anche di aiutare i nuovi ad inserirsi: siamo pronti ad iniziare il campionato davanti ai nostri tifosi. La formazione la darò domattina alla squadra. Abbiamo giovani importanti di prospettiva, ma che speriamo essere già pronti. C’è la giusta miscela: entusiasmo dei giovani e voglia di mettersi a disposizione, assieme agli esperti che li stanno aiutando».

Come affermato anche da Giampaolo, parlando dell’avversario, Pioli conferma che ci sono molte cose da fissare. Tanti nuovi giocatori, nuove geometrie ancora da assimilare: «Insistiamo su questa situazione, abbiamo le caratteristiche giuste. Quando avremo consolidato questi equilibri possiamo pensare a cambiare. Ho giocatori duttili, sarebbe sbagliato precludersi altre strade, ma serve mentalità giusta e interpretazione su come voler fare la partita. Ci piacerebbe avere sempre spirito, qualità e voglia di fare la partita, con convinzione di poter sempre vincere. Ancora è troppo presto: sono previsioni difficili da fare. Stiamo lavorando bene, accorciando i tempi per ultimare equilibri e conoscenze reciproche. Mi aspetto un passo in avanti».

La Sampdoria ha cambiato poco, è ben rodata: «Loro hanno cambiato poco, è una squadra rodata e ben allenata, con meccanismi di gioco precisi. Da affrontare con attenzione, ma anche con la voglia di fare la partita, saper difendere e stringere i denti. Loro davanti producono. Sono abituato a concentrarmi sulla preparazione, per dare alla squadra i messaggi più positivi possibile per interpretare la gara. Le emozioni le viverò nel pre-gara, nel riscaldamento e durante la partita. Sarà emozionante: ho un grandissimo ricordo di Firenze e una volontà esagerata di fare bene. I tifosi quest’anno saranno una spinta in più per la nostra squadra. Sta a noi dimostrare di meritare questo sostegno. Credo in questo gruppo».

Questa non è ancora la vera Fiorentina: «Non credo di aver dato dei tempi. Stiamo lavorando bene e ogni partita dobbiamo fare passi avanti. Ci siamo completati all’ultimo momento ma possiamo mettere in campo prestazioni di buon livello. Son passi da fare poco alla volta, abbiamo cambiato tanto e un po’ di tempo ci vuole. Domani vogliamo dimostrare di essere pronti da subito. Son tutti disponibili, questo è importante. So che per voi è facile giudicare come bocciatura chi non viene scelto, ma per me non è così. Ci sono tutti, e tutti possono giocare. L’unico assente sarà Saponara, rientrerà in gruppo mercoledì prossimo secondo programma, e speriamo di rispettarlo».

Articolo precedente
Sampdoria FiorentinaSampdoria, squadra che vince non si cambia: Fiorentina in difficoltà
Prossimo articolo
Romei SampdoriaSchick, Romei è stufo: «Basta Juventus!»