Gabbiadini strizza l’occhio alla Samp: «Qui per l’Europa»

Gabbiadini
© foto Samp TV

Le prime parole di Gabbiadini da nuovo giocatore della Sampdoria: l’accenno all’Europa e la voglia di segnare ancora nel derby

Manolo Gabbiadini è un fiume di parole nella prima intervista ufficiale a Samp TV. La maturazione, la voglia di fare bene e segnare tanti gol, l’obiettivo di tornare in nazionale e un accenno all’Europa: «Devo ringraziare il presidente Ferrero perché, ogni volta che lo incrociavo sui campi di calcio, mi ha sempre detto che mi avrebbe riportato alla Sampdoria. Quando sono tornato ho provato delle sensazioni bellissime, che già conoscevo perché erano dentro di me. La trattativa c’è sempre stata, ogni sei mesi se ne parlava: ora era il momento giusto di tornare e il presidente si è fatto trovare pronto. Il mio agente mi ha chiamato per dirmi che c’era una trattativa, ma già sapeva che sarebbe andata a finire bene. Il presidente Ferrero sta cercando di portare avanti il nome della Sampdoria, creando nuove strutture e mettendo su una buona squadra, che sta ottenendo ottimi risultati. Arrivo in un gruppo collaudato, che sta facendo bene e dovrò portare quel qualcosa in più».

Che giocatore ritrovano i tifosi della Sampdoria: «Sono cresciuto, ho passato due anni a Napoli, due in Inghilterra. Mi sono sposato, sono diventato papà, quindi oggi sono molto più maturo rispetto a quando sono stato qui la prima volta. Giampaolo? È fondamentale. Gioca con un modulo che può essermi congeniale. Mi piace perché è uno che parla poco, ho visto una sua intervista e mi ha fatto una bellissima impressione, non vedo l’ora di iniziare. Ho preso il 23 perché è un numero a cui tengo molto, spero che i porti fortuna anche qui: volevo l’11 ma lo aveva Gaston. L’ho preso anche perché è quello di Lebron James, il mio idolo. Ho fatto 19 gol in un anno e mezzo alla Sampdoria, ma quello più importante è stato quello nel derby con l’urlo della Sud che è arrivato fino in campo. Spero ce ne siano altri e tante vittorie. Voglio sempre fare meglio, raggiungere obiettivi importanti e vincere qualcosa perché ora ci sono le qualità per farlo. Spero di rientrare anche in Nazionale, ma ci riuscirò solo se farò bene con la Sampdoria. Sono andato via dall’Inghilterra, che vuole uscire dall’Europa, e sono arrivato a Genova per entrarci, magari da un’altra porta e spero di riuscirci presto. Voglio salutare i tifosi e ringraziarli, ma cercherò di ripagarli in campo e non a parole».

Gabbiadini è un nuovo giocatore della Sampdoria: ufficiale il ritorno in blucerchiato

CALCIOMERCATO 2018/19: LE OPERAZIONI DELLA SAMPDORIA

Ora è finalmente ufficiale. Manolo Gabbiadini tornerà a vestire la maglia della Sampdoria dopo 4 anni di assenza da Genova. Arrivato ieri in Italia e sostenute le visite mediche stamane presso il Laboratorio Albaro, l’attaccante di Calcinate lascia il Southampton per rilanciarsi in Serie A: «Il presidente Massimo Ferrero e l’U.C. Sampdoria comunicano di aver acquisito a titolo definitivo dal Southampton Football Club i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Manolo Gabbiadini (nato a Calcinate, Bergamo, il 26 novembre 1991)» riporta il sito ufficiale. Il profilo del classe ’91 andrà a impreziosire il reparto offensivo a disposizione di Marco Giampaolo, per un girone di ritorno ad alti livelli.

L’attaccante ha voluto celebrare il suo ritorno postando una fotografia su Twitter, che lo ritrae con la maglia blucerchiata nella Sala dei Trofei presso Corte Lambruschini: «La maglia più bella del mondo, il mare, il calore della gente. Che bello essere di nuovo qui. Come se non fossi mai andato via».

1. Gabbiadini è ufficiale