Genoa, i numeri parlano chiaro: Sampdoria padrona a Marassi

© foto www.imagephotoagency.it

Genoa-Sampdoria, le statistiche: blucerchiati avanti nei precedenti, il Grifone non vince di fronte al suo pubblico da più di sei anni

Mancano ormai tre giorni alla data che tutta la Genova calcistica attende con trepidazione: sabato sera sarà finalmente tempo di derby, una partita la cui i tifosi blucerchiati e rossoblù hanno segnato sul calendario già da mesi. In ballo, una supremazia cittadina che lo scorso campionato è stata monopolio della Samp, grazie alle due stracittadine vinte. Andiamo allora a leggere le statistiche del match per capire che tipo di partita ci si potrà aspettare, anche se, come noto, il Derby della Lanterna resta una gara a sé i cui esiti sono ogni volta estremamente imprevedibili. Si tratterà del 115esimo confronto in assoluto fra le due squadre: i precedenti ufficiali sono però 96, e parlano a favore della Sampdoria in virtù di 37 vittorie contro le 24 rossoblù. Ben 35, invece, i pareggi.

Limitando l’analisi alle gare giocate in Serie A, in totale 68, la sostanza non cambia: blucerchiati avanti grazie a 26 successi, 25 pareggi e 17 vittorie del Grifone. La Samp arriva peraltro da un campionato in cui ha vinto entrambe le stracittadine: l’ultima volta era successo negli anni ’60. Ciò che più di tutto dovrebbe preoccupare il Genoa è il trend delle partite casalinghe dei rossoblù: gli ultimi 4 incontri sono stati vinti tutti dalla Sampdoria grazie ad un doppio 0-1 con reti di Maxi Lopez prima e Gabbiadini poi, al 2-3 firmato dalla doppietta di Soriano ed Eder, e ancora da uno 0-1, quello dello scorso campionato, griffato Muriel. Un situazione davvero preoccupante per il Genoa, che non vince un derby di fronte al suo pubblico dall’8 maggio 2011, il giorno tristemente noto ai tifosi blucerchiati in cui Boselli fece esplodere la Nord al 97′. Insomma, la Sampdoria lo scorso anno ha già scritto la storia vincendo due derby nella stessa stagione e accaparrandosi la quarta vittoria di fila in trasferta nella storia della stracittadina. Guai ad arrivare a sabato con la pancia piena: come ha detto Pradé, questa Sampdoria ha voglia di battere altri record, e l’occasione giusta per migliorare queste già incredibili statistiche si presenterà fra tre giorni esatti.