Genoa-Sampdoria, le pagelle: Audero miracoloso, Andersen disastroso

© foto www.imagephotoagency.it

Genoa-Sampdoria, le pagelle: Audero fa i miracoli e salva il risultato, Andersen sbaglia tutto. Jankto assente a centrocampo

GENOA-SAMPDORIA: LA FOTOGALLERY
GENOA-SAMPDORIA: SINTESI E TABELLINO
GENOA-SAMPDORIA: GLI HIGHLIGHTS

Audero 7 – Un ottimo primo tempo per il portiere blucerchiato che salva il risultato in più occasioni. Sull’episodio del rigore è Andersen, forse beffato da un rimbalzo di troppo, a perdersi Piatek. Audero interviene nell’unica maniera possibile. Nella ripresa si conferma preciso ed attento, negando al Genoa diverse occasioni da gol.

Bereszynski 5,5 – Primo tempo abbastanza anonimo per il terzino polacco che non riesce ad incidere e spesso va in difficoltà sul ripiegamento. Nella ripresa, complice un calo netto di Lazovic, riesce ad uscire meglio nella fase di possesso e non possesso palla.

Tonelli 6 –  Decisamente il migliore del reparto arretrato, ma da solo non riesce a tenere in piedi la linea difensiva.

Andersen 4,5 – Un primo tempo da incubo per il difensore danese che inanella un errore dietro l’altro. Si perde Piatek nell’azione che porterà al rigore, successivamente concede una punizione dal limite che Veloso manda di poco sopra la traversa. Nella ripresa cerca di reagire ma compie altri piccoli errori che intaccano la prestazione generale.

Murru 5,5 – Il problema che sembra attanagliare la difesa blucerchiata tocca anche lui, che nella ripresa perde spesso il portatore di palla andando in difficoltà sui cambi di gioco avversari.

Praet 5,5 – La qualità c’è, ma sono troppo pochi gli spunti per gli inserimenti degli attaccanti. Due profondità interessanti dalle quali però non scaturisce nessuna azione offensiva veramente pericolosa per la porta del Genoa. Cala nel secondo tempo.

Ekdal 6 – Del centrocampo è sicuramente il giocatore più in palla, ma la fatica si fa sentire e cala in maniera vistosa nel secondo tempo.

Jankto 5 – Prestazione decisamente incolore nel primo tempo, pochi palloni sui quali è protagonista e quasi nessuno spunto per i compagni del reparto offensivo. Nella ripresa non cambia l’inerzia della partita che lo vede spesso ai margini. Da un giocatore come lui ci si aspetterebbe un impatto diverso nel corso della gara.

Ramirez 6 – Falcidiato parecchio dai falli degli avversari mantiene la calma senza lasciarsi prendere dal nervosismo. Nella ripresa cerca di aiutare la squadra a salire ma patisce l’appannamento generale che sembra colpire l’undici di Giampaolo (dal 28′ s.t. Saponara 6 – Entra in campo con personalità e cerca di cambiare il ritmo del reparto offensivo blucerchiato, cerca spesso il passaggio in verticale per Quagliarella e tenta meno la conclusione personale).

Defrel 5 – L’attaccante, complice forse una non perfetta condizione fisica, fa fatica e non va quasi mai al tiro nel primo tempo. Nella ripresa non cambia in positivo la sua prestazione, resta fuori dal gioco e quando chiamato in causa non incide (dal 7′ s.t. Caprari 5,5 – Dai suoi piedi passa un pallone interessante per tutto l’arco del secondo tempo. Nel ruolo di seconda punta non riesce ad incidere).

Quagliarella 7 – Il derby è una partita che lo esalta e il capitano si fa trovare subito pronto dopo otto minuti. Purtroppo non può fare tutto da solo, ma è sicuramente il più pericoloso del reparto offensivo della Sampdoria.

GENOA (3-5-2): Radu 5,5; Biraschi 6, Romero 6, Criscito 6; Romulo 6,5, Hiljemark 5,5, Veloso 6, Bessa 6 (dal 38′ s.t. Sandro 6), Lazovic 6,5 (dal 25′ s.t. Pereira 6); Kouamé 6,5, Piatek 6,5. 

Articolo precedente
derby SampdoriaGenoa-Sampdoria: la fotogallery del match
Prossimo articolo
giampaolo sampdoriaGiampaolo sincero: «Mi aspettavo peggio»