I colori blucerchiati sbarcano in Colombia: ecco la Fundación Sampdoria

© foto www.imagephotoagency.it

Ecco la Fundación La Sampdoria Suba: un’istituzione nata per insegnare calcio e valori a bambini e adulti, il tutto a sfondo… blucerchiato

Quando si dice che il calcio, oltre ad essere uno sport che raccoglie e affratella miliardi di persone in tutto il mondo, può salvare delle vite, si dice la verità. Specialmente in Paesi difficili e in quartieri difficili il calcio può aiutare le persone – bambini e non – che hanno alle spalle una vita e una situazione complicate a staccare la spina da tutti i problemi, almeno per un momento, può insomma rappresentare una possibilità di aggregazione e di spensieratezza e contemporaneamente trasmettere tutta una serie di valori. E’ anche con questa idea che ormai da anni in Colombia Nora Beltràn si è fatta promotrice della creazione della Fundación La Sampdoria Suba, un’istituzione sportiva dedicata a bambini e adulti, senza distinzione di età, il cui scopo, altamente pedagogico, è quello di educare tramite il gioco, insegnare e trasmettere i valori fondamentali – amicizia, rispetto, lealtà, disciplina etc – per fare in modo che i ragazzi che frequentano la sua fondazione possano trasformarsi in cittadini responsabili. La particolarità, come si intuisce dal nome stesso dell’istituzione, è il fatto che i ragazzi indossino maglie blucerchiate: evidentemente i colori più belli del mondo devono aver colpito anche Nora Beltràn, che ha così creato una piccola Sampdoria “made in Colombia”. Quale che sia il motivo della scelta delle maglie dei propri ragazzi è comunque bello pensare che un’iniziativa così nobile, anche se dall’altra parte del mondo, sia associata ai colori blucerchiati.

1. Fundación Sampdoria: maglie blucerchiate in Colombia

2. Fundación Sampdoria: maglie blucerchiate in Colombia

3. Fundación Sampdoria: maglie blucerchiate in Colombia

Articolo precedente
quagliarella sampdoriaQuagliarella verso il Parma, c’è l’offerta: Samp su La Gumina
Prossimo articolo
Giampaolo, pane per i tuoi denti: Ferrari è un diamante grezzo