Iachini stravede per Defrel: «Lo volevo, ma non mi hanno accontentato»

iachini sassuolo
© foto Mg Bergamo 20/12/2017 - Coppa Italia / Atalanta-Sassuolo / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Giuseppe Iachini

Iachini sa già come andrà a finire contro il Sassuolo: «La Samp vincerà, ma a fatica». E su Defrel: «Lo volevo, ma non mi hanno accontentato»

14 punti, quinta posizione in classifica e un gioco frizzante che diverte chi la guarda giocare. La Sampdoria può dire di aver incominciato con il piede giusto la nuova stagione in Serie A e, nonostante i dubbi iniziali sulla campagna acquisti, anche chi è arrivato in estate si è dimostrato all’altezza della situazione. Tra questi, secondo l’ex tecnico blucerchiato Beppe Iachini, uno in particolare spicca: «Tutti bravi, ma se penso al salto di qualità, dico Defrel. Profondità, gol, sacrificio. Corre come un matto, all’occorrenza potrebbe fare pure il quinto a centrocampo, anche se è un attaccante. L’ho sempre seguito e lo volevo quando ero a Palermo – svela a La Repubblica – ma non mi accontentarono. Certo, pure Saponara non è male. Contro il Napoli per mezz’ora è stato straordinario, renderà la manovra ancora più fantasiosa e imprevedibile».

Guardando alla totalità della squadra e non più ai singoli elementi, Iachini trova comunque tanti spunti positivi: «Schemi, pressing, rapidità, bravura nell’uno contro uno. In più ora Giampaolo ha sistemato la difesa, appena 4 reti subite, la migliore del campionato, il lavoro del tecnico sta dando buoni frutti». Al termine della sosta per le nazionali, al “Ferraris” arriverà proprio il Sassuolo, la sua ultima squadra allenata: «Non c’erano più i presupposti per continuare. La separazione è stata consensuale – spiega – i progetti divergenti. Senza rancore, tifo ancora per loro. E dico alla Sampdoria di stare molto attenta, perché la squadra di De Zerbi vive ancora l’onda lunga del brillante finale della passata stagione. Pronostico? La Samp gioca in casa, è un bel vantaggio. È favorita. Vince, ma a fatica».

Articolo precedente
repubblica ceca esultanzaJankto batte Skriniar: che festa negli spogliatoi! – VIDEO
Prossimo articolo
gasperini atalantaGasperini contro Cassano: «Non lo avrei tollerato»