Inter, Conte: «Bisogna ammazzare l’avversario. La Sampdoria ci ha mandato in affanno»

conte inter
© foto www.imagephotoagency.it

Inter, Conte dopo il 2-1 sulla Sampdoria: «Bisogna ammazzare l’avversario. La Sampdoria ci ha messo un po’ in difficoltà»

L’Inter esce vittoriosa da San Siro, battendo la Sampdoria per 2-1 grazie ai gol di Lukaku e Lautaro. Il tecnico nerazzurro Antonio Conte ha commentato così ai microfoni di Sky Sport il successo di stasera.

AMMAZZARE L’AVVERSARIO – «E’ quello che chiedo sempre ai miei calciatori. Basta tornare alla partita col Napoli: fai la partita, crei tanto, alla fine 1-1 e vai a casa e sei soggetti a critiche. Bisogna essere cattivi, cinici e fare gol: non è che subisci chissà che cosa, però magari passi dal 2-0 al 2-1 e la cosa si complica. Non avremo spazio per sbagliare nelle seguenti partite, invece oggi siamo andati un po’ in affanno dopo il gol della Sampdoria».

LOTTA SCUDETTO – «Lavorare abbiamo lavorato, siamo solo a 6 punti e con tante gare ancora da giocare. Noi ce la vogliamo giocare. Quella di Napoli e quella di stasera devono farci venire il veleno, l’unica soluzione è quella di ammazzare l’avversario. Se vogliamo tornare ad avere la mentalità vincente, non possiamo precluderci obiettivi. Dovremo dare la vita in queste ultime partite, ma non avere rimpianti di niente. Sono orgoglioso di allenare questi ragazzi che hanno voglia di crescere».

PERSONALITA’ – «Secondo me non è questione di crescita sotto quel punto di vista, è questione che devi imparare ad essere cattivo sportivamente se vuoi incominciare ad alzare trofei. Quando hai l’occasione, devi fare gol».

PRESTAZIONE – «Sono soddisfatto, ma possiamo fare ancora meglio. Lo stesso Eriksen avrebbe potuto fare due gol oggi, deve diventare anche lui più cinico. Stasera non ci lecchiamo le ferite, come in Coppa Italia, ma magari con un’altra punizione o un altro corner finisce 2-2 e allora torni a leccartele».