Jankto confessa: «Panchina col Napoli? Me l’aspettavo»

Jankto Sampdoria
© foto Mg Genova 12/08/2018 - Coppa Italia / Sampdoria-Viterbese / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: gol Jakub Jankto

Jankto parla dal ritiro della Repubblica Ceca: «Genova meglio di Udine. La partita col Napoli? Mi aspettavo la panchina»

Uno dei migliori colpi dell’estate della Sampdoria è senza dubbio stato Jakub Jankto. Il centrocampista arrivato dall’Udinese si è imposto subito in squadra, segnando il gol della vittoria contro la Viterbese in Coppa Italia e partendo titolare anche a Udine, senza però replicare la buona prestazione del “Ferraris”. Jankto, direttamente dal ritiro della Repubblica Ceca, ha raccontato l’ambientamento in maglia blucerchiata e nella sua nuova città: «Mi piace più Genova di Udine – ha ammesso Jankto a Denick.cz. Recentemente la città è stata colpita dalla tragedia del ponte, una cosa terribile. Non si può fare nulla in questi casi, ma non oso immaginare cosa abbia passato la gente. Io stesso ero passato sul ponte il giorno prima… Comunque, abbiamo vinto una partita importante contro il Napoli domenica sera, e forse abbiamo portato un po’ di gioia a quelle persone».

Contro il Napoli Jankto non è però sceso per la prima volta in campo: «Sinceramente me l’aspettavo, al mio esordio a Udine non ho fatto bene: al 70′ stavo per entrare, ma poi il tecnico ha cambiato idea. Ci sono comunque ancora trentasei partite davanti, siamo sei centrocampisti che si alterneranno. Dopo la pausa giocheremo cinque partite in tredici giorni e dovremo essere in forma». Qualche battuta anche sulla propria Nazionale: «Abbiamo perso giocatori-chiave ma non dobbiamo guardare al passato, dobbiamo mettere tutto quello che abbiamo in entrambe le partite che ci aspettano. L’assenza di alcuni giocatori sarà l’opportunità per alcuni giovani per dimostrare il proprio valore. Ci sono otto giocatori dello Slavia Praga e la cosa mi rende felice perché è il club in cui sono cresciuto e che porto nel cuore».

Articolo precedente
Andersen DanimarcaDanimarca nel caos: giocatori di futsal al posto di Andersen?
Prossimo articolo
Parla il tifoso aggredito: «Napoletani liberi di uscire. Ecco il risultato»