Jankto alla Sampdoria: «Vesto la maglia più bella del mondo». È ufficiale

jankto sampdoria
© foto SampTV

Il centrocampista classe ’96 si trasferisce in prestito con obbligo di riscatto alla Sampdoria: il comunicato ufficiale

Jakub Jankto è un nuovo giocatore della Sampdoria. Dopo aver svolto in mattinata le visite mediche e firmato il contratto, il centrocampista ceco classe ’96 si trasferisce dall’Udinese in prestito con obbligo di riscatto per la cifra complessiva di 15 milioni di euro. Il comunicato ufficiale apparso sul sito del club blucerchiato: «Il presidente Massimo Ferrero e l’U.C. Sampdoria comunicano di aver acquisito a titolo temporaneo con obbligo di riscatto dall’Udinese Calcio i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Jakub Jankto (nato a Praga, Repubblica Ceca, il 19 gennaio 1996)». Qui sotto la presentazione del tutto particolare apparsa sull’account Twitter della società.

Dopo la firma sul contratto, Jankto ha rilasciato le sue prime parole da giocatore della Sampdoria: «Appena arrivato ho ricevuto una chiamata dal presidente Ferrero, mi ha detto che questa è la maglia più bella dell’Italia e addirittura del mondo. Adesso che la vedo, sono d’accordissimo. Voglio ringraziare tutta la società che mi ha portato qui e i tifosi, che sono fantastici. Sampdoria vuol dire un grandissimo passo avanti, non ci avrei mai creduto se me l’avessero detto quando militavo nella Primavera dell’Udinese. O meglio, ci credevo, ma le possibilità non erano tantissime. Giocare davanti a questa tifoseria incredibile vuol dire tantissimo».

«Mi hanno convinto tante cose – prosegue Jantko ai microfoni di SampTV – sicuramente il bellissimo stadio e la tifoseria, poi conosco un paio di compagni, come Zapata. Ho parlato anche con Schick, e mi ha detto solo cose positive su questo club. Penso che sia stata la scelta giusta, possiamo fare un gran campionato. Giampaolo? Ci siamo incontrati ieri, è una persona simpatica e penso che lavoreremo bene insieme, ci parleremo di tutto. Sono un centrocampista offensivo che può fare tanti gol e tanti assist, ma posso giocare in più ruoli. In Nazionale ho fatto il quinto di sinistra, l’anno scorso all’Udinese addirittura la prima punta, anche se io mi sento proprio centrocampista».

Inevitabile una domanda sul Derby della Lanterna: «Della rivalità tra Genoa e Sampdoria ne sento parlare da quando ero bambino, ma quando arrivi in Italia ti rendi conto realmente di quanta ce ne sia. Non vedo l’ora di giocare il derby, nei ritiri li abbiamo sempre guardati e mi ricordo tutte partite stupende. Conosco bene lo spirito dei derby, ne ho giocati tanti quando ero allo Slavia Praga ed erano sempre le più belle gare della stagione. Con la Samp – spiega Jankto –  voglio vincere più partite possibili. Siamo realistici, non possiamo puntare allo scudetto, però penso che possiamo fare grandi cose e voglio aiutare la squadra a fare un bel campionato. Il mio obiettivo personale è essere sempre migliore del giorno prima, mentre ai tifosi prometto che daremo tutti il massimo in campo».

L’annuncio della Sampdoria

Articolo precedente
torreira arsenalTorreira, effetto Mondiali. Dall’Inghilterra: «La Samp può chiedere 50 milioni»
Prossimo articolo
jankto udineseQuantità e qualità per Giampaolo: Samp, questo è Jankto