Juric: «Pavoletti sarà in panchina. Samp? Con la rosa che ha dovrebbe lottare per la Champions»

© foto www.imagephotoagency.it

L’attesa è finalmente finita, mancano poco meno di 24 ore al Derby della Lanterna fra Sampdoria e Genoa. I blucerchiati, oltre al valore della vittoria sui cugini, dovranno puntare a fare tre punti fondamentali per non rimanere impantanati nella classifica e rialzare la testa, mentre il Grifone si può permettere un po’ più di tranquillità avendo quattro punti in più, ma non mollerà di certo l’osso. 

Il tecnico dei rossoblu Ivan Juric, che non potrà essere in panchina per squalifica, ha introdotto in conferenza stampa la stracittadina di domani: «E’ stata una settimana un po’ corta, perchè abbiamo giocato domenica e si ritorna in campo sabato. Mi dispiace non potermi sedere in panchina, ma la presenza dell’allenatore non è fondamentale durante la partita».

Dieci uomini su undici che scenderanno in campo domani al “Ferraris” hanno già provato sulla propria pelle cosa siginifichi il derby di Genova: «Aver già giocato il derby può essere un vantaggio come uno svantaggio, dipende da come lo si vive». E sulle condizioni attuali dei suoi: «Stiamo abbastanza bene, anche se ci manca qualche punto però. Aldilà delle assenze, vedo la squadra abbastanza bene».

Poi passa a parlare delle soluzioni che dovrà adottare contro la Samp, dati gli infortunati: «Rigoni va bene, ieri era un po’ affaticato. Pavoletti oggi ha fatto un po’ di allenamento con noi ma non vedo possibilità, così come per Ocampos. Pavo verrà in panchina, ma è da un mese che non gioca per la squadra. Mi aspetto una grande partita da Pandev. Abbiamo perso tutti gli esterni – spiega – dobbiamo inventarci qualcos’altro e pensare a qualche modifica. Noi qualcosa cambiamo per questo. Penso giocherà Orban». 

Quando gli viene chiesto cosa significhi per lui questa sfida, Juric risponde così: «Il derby è particolare. Conta la vittoria e conta poco come si ottiene. In passati l’abbiamo ottenuta giocando magari male ed eravamo felici comunque. Il derby si prepara a lungo. E’ una partita dove devi mettere dentro tutto quello che fai dall’inizio del ritiro. Domani è una gara in cui devi fare al meglio ciò che hai fatto in questi tre mesi».

Un’ultima battuta sul momento no della Sampdoria, che comunque sembra sulla carta una squadra validissima: «Vedendo la rosa della Samp mi sembra stratosferica, hanno Cigarini in panchina, così come un giocatore da 10 milioni come Praet. Muriel è fortissimo, così come Bruno Fernandes. Hanno una squadra che si presenta inferiore rispetto a noi, ma non è così. Penso che abbiano acquistato molti giocatori per tantissimi soldi – conclude – e quando prendi calciatori da 7-8-10 milioni di euro e hai giocatori come Muriel, Silvestre e Viviano devi lottare per la Champions».

Articolo precedente
burdisso genoaBurdisso: «3-0 dell’anno scorso? Il derby in cui ho goduto di più»
Prossimo articolo
ultras sampdoriaQuasi 30mila per il derby: biglietti in vendita anche domani