La compagna di Bereszynski: «Coronavirus? Siamo in casa da nove giorni»

bereszynski maja
© foto Instagram Maya Mocydlarz

Bereszynski, parla la compagna Maja: «Coronavirus? Chiusi in casa da nove giorni. Molti non sapevano di averlo»

Tra i giocatori della Sampdoria che hanno contratto il Coronavirus, rientra anche Bartosz Bereszynski. La sua compagna Maja Mocydlarz ha commentato ai microfoni di sportowefakty.pl questo ultimo periodo: «Abbiamo disinfettato le mani, il tavolo al ristorante dall’inizio di febbraio, ci siamo cambiati i vestiti dopo il ritorno a casa. In seguito abbiamo evitato la folla, limitato le uscite a una breve passeggiata o un caffè. Infine, abbiamo trascorso gli ultimi nove giorni interamente a casa, senza uscire».

Il terzino blucerchiato, molto probabilmente, è stato contagiato dai compagni: «Bartosz è andato al club, si è allenato ogni giorno, giocando in partita e frequentando le persone della squadra. Ed è stato infettato. Dopo di che, tutto è stato chiuso: questo è l’unico modo per far sì che la situazione possa migliorare. C’è un lungo periodo di incubazione, molte persone non sapevano di avere il virus. Anche adesso, migliaia di persone non lo sanno e potrebbero continuare a non saperlo, perché l’età e la salute probabilmente svolgono un ruolo importante».