La rivelazione: «Vale Rossi tifava Samp». E quando Mantovani lo invitò…

valentino rossi
© foto www.imagephotoagency.it

Lo storico agente Pernat svela la passione di Valentino Rossi per la Sampdoria: «Mantovani lo invitò, ma io non gli dissi mai un cazzo»

Valentino Rossi tifava Sampdoria e fu il suo manager storico a fargli passare la passione. A svelarlo è proprio Carlo Pernat, nel libro biografico “Belin, che paddock”: «Da ragazzino non solo odiava la Ferrari ma era pure tifoso della Sampdoria. Porca pu…na. Quando l’ho scoperto ormai l’avevo già fatto firmare con l’Aprilia, altrimenti saltava tutto. Credo si fosse innamorato dell’aria scanzonata della squadra blucerchiata, con i giocatori che dopo lo scudetto nel ’91 erano scesi in campo coi capelli ossigenati e l’orecchino. Forse lo faceva solo per dispetto nei miei confronti. Mi rompeva le palle alla vigilia del derby con il mio Genoa. Gli piaceva provocarmi», riporta il Secolo XIX.

«La storia era arrivata alle orecchie di Enrico Mantovani, figlio di Paolo, in quegli anni presidente della Sampdoria. Mi fece chiamare dalla loro responsabile marketing per dirmi che avrebbero avuto piacere a che Rossi fosse venuto alla presentazione della squadra. E se potessi invitarlo da parte loro. Le ho risposto che l’avrei fatto con piacere. Naturalmente non gli ho mai detto un cazzo. Per fortuna, poco alla volta, Uccio e “Tex” Tessari gli fecero cambiare idea e così Valentino ha scelto l’Inter».