La Samp non va: 2-0 e il Bologna rimane un tabù

© foto www.imagephotoagency.it

Brutta prova della Sampdoria, che inciampa in casa del Bologna nella terza sconfitta consecutiva e rimane a quota 6 in classifica. Il super-gol di Verdi sega le gambe alla formazione blucerchiata e poi raddoppia nel secondo tempo con Destro.

La Sampdoria inizia bene la partita, schiacciando gli avversari sul piano del gioco, e il primo tiro in porta arriva da Muriel dopo 10 minuti. Al 14’ grande azione di Praet sulla destra, che smarcatosi riesce a crossare: Linetty lascia per Muriel, che carica il destro e costringe Da Costa a deviare in corner. Primo sussulto del Bologna dopo 18 minuti, con Krejci che crossa bene per la testa di Destro, ma Viviano segue con attenzione la manovra e riesce ad anticipare tutti in uscita. Verdi inaugura la lista degli ammoniti per una trattenuta su Linetty, incontenibile come al solito.

Nonostante l’iniziale dominio dei blucerchiati, il Bologna è la prima delle due squadre ad avere una chiara occasione da gol: alla mezz’ora una palla velenosa persa a centrocampo innesca la ripartenza rossoblu, Destro si infila in area, finta il tiro e poi lo lascia partire, e a salvare il risultato è solo una grande parata di Viviano. Al 34’ altro brivido per i blucerchiati, con la botta da fuori di Dzemaili che termina Brutta prova della Sampdoria, che inciampa in casa del Bologna nella terza sconfitta consecutiva e rimane a quota 6 in classifica. Il super-gol di Verdi sega le gambe alla formazione blucerchiata e poi raddoppia nel secondo tempo con Destro.

Dopo venti minuti di assedio, arriva l’1-0 del Bologna poco prima dell’intervallo: cambio di campo per Verdi, che guarda il pallone e al volo spara un missile beffando sul primo palo Viviano. Un gol meraviglioso, che manda negli spogliatoi a testa bassa gli uomini di Giampaolo.

Nella ripresa i felsinei rientrano in campo con la stessa aggressività e determinazione, e dopo appena 5 minuti trovano il raddoppio con il solito Destro: Pereira si perde Krejci, che ha una prateria per avanzare e crossare per il numero 10, a cui basta sfiorare il pallone per trafiggere Viviano. Samp al tappeto.

Giampaolo ricorre ai cambi per cercare di rimediare alla situazione: dentro Cigarini per Torreira, mentre in attacco è uno spento Quagliarella a lasciare il posto a Schick. La prima reazione arriva con Praet, che si inserisce bene e da posizione defilata prova ad andare in porta col destro, ma Da Costa para: dal calcio d’angolo battuto arriva un’altra occasione, con il colpo di testa di Skriniar che schiaccia e per poco non trova la porta. E’ di nuovo il trequartista belga a propiziare il 2-1: cross d’esterno dalla linea di fondo a cercare Barreto, che si inserisce e tenta la girata ma la sua conclusione rimbalza davanti a Da Costa e finisce fuori.

Donadoni al 20’ spende il primo cambio, sostituendo Masina con Morleo. Ammonizione anche per Pereira, che ferma fallosamente Krejci. Ora il portoghese è in difficoltà, e i pericoli per i blucerchiati arrivano sempre dalla sua fascia. Al 23’ la Sampdoria rimane in dieci uomini per l’espulsione di Barreto, che stende da dietro Nagy. Il tecnico rossoblu decide di rilevare proprio il numero 16 e Krejci, e inserire Di Francesco e Pulgar, mentre Giampaolo fa entrare Bruno Fernandes al posto di Muriel.

La Sampdoria è stremata, Pereira lamenta dolori muscolari e sembra essere totalmente confuso. Il Bologna dilaga e va vicina il 3-0 con Taider, il cui tiro potente viene parato da Viviano. Il giallo arriva anche a Praet, che al 41’ evita una ripartenza avversaria con un fallo tattico, seguito poi da Linetty. Un’entrataccia sul polacco da parte di Di Francesco fa sì che anche i rossoblu finiscano la partita in dieci. I quattro minuti di recupero non riescono comunque a invertire la tendenza, nonostante la traversa presa da Fernandes su punizione, e il Bologna chiude la sua partita senza pericoli, annientando una Sampdoria apparentemente calata rispetto alle scorse prestazioni.

Articolo precedente
Diretta/Live – Serie A, Bologna-Sampdoria 2-0: Emilia amara
Prossimo articolo
Pagelle Bologna-Samp 2-0: Pereira in difficoltà, Praet incoraggiante