LAVAGNA TATTICA – Anche a Parma, Bonazzoli è bravo a dialogare con l’altra punta

sampdoria bonazzoli
© foto www.imagephotoagency.it

Il gol della vittoria di Parma-Sampdoria è arrivato da un bel dialogo tra Bonazzoli e Quagliarella. Analisi tattica

Il trionfo in rimonta in casa del Parma è valsa la matematica permanenza in Serie A per la Sampdoria. Dopo la partita contro il Cagliari, si è vista di nuovo un’ottima intesa tra le punte. Come abbiamo scritto diverse volte, il 4-4-2 di Ranieri tende a dilatare le distanze tra i giocatori, con il centro della zona di rifinitura che è spesso svuotata (le ali sono solite stare molto larghe).

Le punte devono quindi essere abbastanza autosufficienti, visto che non sono assistite da un rifinitore in grado di imbeccarle: devono dialogare sul breve, trovarsi bene e saper giocare spalle alla porta. Ciò si è visto nel terzo gol dove Bonazzoli e Quagliarella hanno combinato molto bene tra di loro addirittura in inferiorità numerica. Dialogano e si associano in spazi strettissimi, con Bonazzoli che va bene ad aggredire la profondità. Non stiamo scoprendo solo un finalizzatore, ma anche un attaccante più associativo di quanto si pensasse.