Linetty, quando il cambio è provvidenziale: più che riserva

Linetty sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

In Fiorentina-Sampdoria c’è stato anche un cambio dell’ultimo minuto: fuori Barreto e dentro Linetty a sinistra. Necessità che si trasforma in soluzione futura

La formazione della Sampdoria – quella scritta sulla distinta – si è rivelata diversa da quella che poi è scesa effettivamente in campo per il match contro la Fiorentina. Il mal di schiena di Barreto ha spinto Giampaolo ad operare un cambio dell’ultimo minuto: Linetty alla sinistra di Torreira con Praet mezz’ala a destra. Il tecnico voleva mettere più muscoli a centrocampo e il “soldato” polacco è sempre una garanzia. Il dubbio che poteva esserci riguardava il farlo giocare in una zona di campo non abituale e l’impatto che avrebbe avuto sulla partita. Va sottolineato che pochissime altre volte Giampaolo, nello scorso campionato, ha avuto la necessità di proporre questa soluzione, dunque le necessità tecniche miste a una sorta di esperimento improvviso hanno reso possibile un netto miglioramento della prestazione. Questo cambio forzato dà una valida alternativa al tecnico per tutte le partite in cui serviranno i muscoli, ma anche le doti puramente tecniche. La “variazione Linetty” finisce per cambiare diverse gerarchie a discapito di Barreto, nonostante il gruppo necessiti di conferme per essere consolidato: Verre e Barreto sono interscambiabili, Praet può spostarsi al posto di Ramirez creando una rotazione interessante con un solo cambio. Sul lungo periodo quella che ieri è apparsa come una necessità può trasformarsi in un modo per non dare punti di riferimento agli avversari e un motivo di apprensione in meno qualora – speriamo non accada – ci sia qualche infortunio a centrocampo.