Lopez in conferenza: «Non dovremo concedere spazi a Quagliarella e Muriel»

© foto www.imagephotoagency.it

La conferenza stampa di Diego Lopez alla vigilia del match Palermo-Sampdoria

Conferenza stampa anche per Mister Lopez che presenta il match in programma domani alle 12:30 contro la Sampdoria. Tutte finali, tutte partite importanti per la salvezza. Questo il pensiero del Mister che non vuole sottovalutare l’impegno casalingo contro i blucerchiati. Sorvegliati speciali: Muriel e Quagliarella, giocatori pericolosi a cui non bisogna concedere spazio: «Palermo-Sampdoria ultima spiaggia? Io non la vedo così: per me sono tutte le partite da ultima spiaggia. Contro la Juve abbiamo preso sì 4 gol, ma non abbiamo giocato male. Il fatto è che abbiamo regalato delle reti alla Juve. La Juve ha segnato con merito solamente il terzo gol, stop. In giro si dice che cambierò modulo? Io ascolto tutti, leggo tante cose. I commenti ci stanno, poi io devo stare sereno e fare delle scelte tranquillamente» il primo commento, come riporta Mediagol.

LE SCELTE: DIAMANTI OUT, NESTOROVSKI – Le scelte in vista del match: «Diamanti out per volere di Zamparini? A Bologna sapete cosa dicevano?! Che non volevo i giocatori di Corvino, a Cagliari che non volevo mettere i calciatori a cui era affezionato Cellino. Io guardo solamente al campo, agli allenamenti e metto la migliore formazione. Dobbiamo migliorare negli errori individuali, solo così cresceremo. Mancano 13 partite, l’Empoli non si è mosso. Quindi, per questo motivo, dico che non occorre guardare alle altre, bensì solo a noi stessi. Se vogliamo dare un segnale forte, dobbiamo vincere domani contro la Sampdoria. Usiamo la testa, perché è così che ci si salva. Hanno fatto bene contro la Juventus, specialmente nel primo tempo. Non sono d’accordo con quello che qualcuno ha scritto: Balogh ha giocato bene contro l’Atalanta e anche contro la Juventus. Sono due ragazzi che, sì, faranno degli errori, ma gli errori li fanno anche i ‘grandi’ di questo gruppo. Mettiamo anche questo discorso nella bilancia. Anche i ‘grandi’, cioè i più adulti, del Palermo fanno errori: quindi non è giusto prendersela solo con Sallai e Balogh. Nel secondo tempo della partita contro la Juventus ho provato la linea a tre. Questo è un dettame che questa squadra ha dentro di sé. Vedremo. Ma questo non vuol dire che i gol li prendiamo perché giochiamo a tre o a quattro. I gol li prendiamo perché facciamo errori, solo questo. Diamanti? Alino sta facendo bene. Sta dando dei segnali importanti a me. Perché non gioca dall’inizio? Nel girone d’andata ha giocato molto. Io ho approfondito il suo discorso: Alino ha giocato quasi tutto il girone d’andata, lo ripeto. Per adesso lo vedo molto meglio da subentrante. Perché? Per un fattore tattico, ti può cambiare la partita in corso: ciò non toglie che domani potrebbe giocare dall’inizio. Balogh e Sallai non fanno gli assist di Diamanti? Ok, avete ragione. Ma Alino ha giocato tutto il girone d’andata e il Palermo ha fatto appena dieci punti. Infortunio Embalo? Embalo c’è: ha avuto un infortunio due giorni fa, ma ha recuperato. E’ tra i convocati. Nestorovski? Sta bene, bisogna aiutarlo e dobbiamo permettergli di andare più volte in porta. Contro la Juventus stava segnando, ma Buffon ha fatto una grande parata. Sunjic? Io non lo conoscevo prima di venire qua: deve crescere e capire il nostro calcio. Sta facendo dei passi avanti. Tre settimane fa non pensavo questo, però ha grande potenziale e lavora duramente. Domani potrebbe giocare».

ATTENZIONE MASSIMA, SAMPDORIA SQUADRA QUADRATA Continua Lopez: «Bisogna essere onesti con noi stessi. Dobbiamo essere più attenti, tutta la squadra deve esserlo. Non possiamo pensare che sulle palle inattive per gli avversari o subiamo gol, oppure permettiamo una conclusione verso la nostra porta. Giocare alle 12.30? E’ un orario diverso, però sappiamo come comportarci in questo senso. Che opinione ho sulla Sampdoria? E’ una squadra molto organizzata, gioca col trequartista. Alvarez, o chi per lui, gioca tra le linee: interpreta il ruolo diversamente da come farebbe Diamanti, ossia attaccando la profondità. Poi Giampaolo ha a disposizione due attaccanti forti. Non dovremo concedere spazi a Quagliarella e Muriel: quella blucerchiata è una buona squadra. Bisogna fare una buona partita: occorre lottare su ogni pallone. E’ questo il segnale che dobbiamo dare».

Articolo precedente
palermo-sampdoriaGiampaolo in conferenza: «Djuricic sarà titolare. Anche in attacco cambierò»
Prossimo articolo
Samp primaveraPrimavera: solo un punto nell’insidiosa trasferta di Verona