Connettiti con noi

Hanno Detto

Macedonia del Nord, Dimitrievski: «Distanza azzerata, lottiamo per il Mondiale»

Pubblicato

su

Il portiere della Macedonia del Nord Dimitrievski ha parlato in vista della partita contro l’Italia

Stola Dimitrievski, portiere della Macedonia del Nord, in una intervista a La Gazzetta dello Sport ha parlato in vista dello spareggio Mondiale contro l‘Italia.

DISTANZA AZZERATA – «Il calcio è meraviglioso. Noi andiamo all’Europeo per la prima volta e perdiamo tutte e tre le partite. Voi quello stesso Europeo lo vincete. Però ora Italia e Macedonia si giocano l’accesso al Mondiale, la distanza è stata azzerata, lottiamo per lo stesso obiettivo».

BUFFON – «Il mio idolo. Da bambino, e ancora adesso, perché è eterno. Mi piaceva dentro e fuori dal campo, e ora mi sembra immortale. Il suo contratto scade lo stesso anno del mio, magari mi tocca venire a sostituirlo al Parma… Perché voglio giocare quanto lui, almeno fino a 40 anni».

DONNARUMMA – «Un grande portiere. Uno che è giovanissimo ed è già una figura dominante, prima nel Milan, in nazionale e ora nel Psg. L’hanno criticato per l’errore al Bernabeu, ma lo costringono a giocare tanto con i piedi ed è un rischio. Se sbaglia un difensore ci si può mettere una pezza, se sbagliamo noi è gol. Siamo senza rete. Può capitare, specialmente in partite con tanta pressione».

ITALIA – «Un Paese che mi piace molto: a 18 anni firmai con l’Udinese, che però mi cedette al Granada e non mi sono più mosso dalla Spagna. Mi piace la moda e vengo spesso da turista, sono innamorato di Sorrento, Capri, Napoli. Lì ho comprato la mia moca: sono un appassionato di caffè, ho fatto un corso di degustazione qui a Madrid, un po’ come quelli che si fanno per i vini, e me lo faccio mandare da tutto il mondo».