Sikic non molla Majer: «Futuro? Sarà la Lokomotiv a decidere»

Majer Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Sampdoria, Coric alla Roma potrebbe complicare l’arrivo di Majer in blucerchiato: parla il direttore sportivo della Lokomotiv Zagabria

Mano mano che si avvicina la fine della stagione, arrivano sempre più notizie riguardo movimenti di mercato nella sessione estiva: molti giocatori della Lokomotiv Zagabria sono nel mirino di club stranieri e nazionali, in particolare il gioiello Lovro Majer, conteso tra Sampdoria e Dinamo Zagabria. Il direttore sportivo della Lokomotiv Sikic ha fatto il punto della situazione: «Ci sono stati dei contatti e alcune offerte della Sampdoria per Majer, ma siamo ancora lontani da discorsi concreti, nulla è stato ancora messo sulla carta. Tutti i discorso sul futuro di Majer riguardano il nostro club. Alcune cose che vengono dette non appartengono alla realtà: negli ultimi due mesi sono stato contattato da venti persone diverse, tutte a spacciarsi per manager del giocatore e affermando di avere una squadra per lui. Affari concreti però non ce ne sono. Solo l’addetto alle pulizie non è venuto a dirmi di avere una squadra per lui».

«Personalmente penso che per lo sviluppo di Majer andare a giocare alla Dinamo sarebbe la mossa migliore. Tuttavia, dobbiamo vedere cosa accadrà, perché la Dinamo non può avere nello spogliatoio troppi giocatori dello stesso tipo. Nello specifico se Ćorić dovesse andarsene, sarebbe più facile per Majer andare a rafforzare la Dinamo. Al contrario non ci sarebbe alcuna logica per il suo trasferimento. Il giocatore vuole continuare a crescere, non andrebbe mai dove non potrebbe giocare. So che è difficile avere la certezza di giocare o meno, ma sono queste le valutazioni che il giocatore deve fare. Per lui è il momento di fare il salto di qualità, è maturato tanto anche a livello calcistico. Ad oggi è difficile dire se lascerà la Lokomotiv ha ancora un contratto di due anni. Andrà via quando sarà la Lokomotiv a deciderlo, valuteremo quello che è meglio per il giocatore anche a lungo termine. Non c’è bisogno di sottolineare che un giocatore quando va all’estero vale almeno cinque volte quello che vale ora, per questo se dovessimo accettare l’offerta della Dinamo non è escluso che metteremo una clausola per la rivendita».