Maran non ci sta: «Perdere per un rigore del genere…»

Le polemiche di Maran dopo Sampdoria-Cagliari: «Episodio dubbio. Brucia perdere per un rigore del genere»

SAMPDORIA-CAGLIARI: LE PAGELLE
SAMPDORIA-CAGLIARI: GLI HIGHLIGHTS
SAMPDORIA-CAGLIARI: LA FOTOGALLERY

Non un grande debutto per l’arbitro Massimi di Termoli, oggi alla sua prima gara di Serie A. Chiamato a dirigere Sampdoria-Cagliari, il fischietto molisano è stato al centro delle polemiche blucerchiate per la mancata espulsione di Alessandro Deiola – reo di aver commesso un brutto intervento ai danni di Dennis Praet – ma anche di quelle rossoblù, per aver assegnato un rigore troppo generoso ai padroni di casa, che sono riusciti a tornare alla vittoria proprio grazie al penalty trasformato da Fabio Quagliarella.

Il tecnico dei sardi Rolando Maran, intervenuto ai microfoni di DAZN, ha espresso il suo disappunto per come è arrivata la sconfitta: «La squadra ha fatto quello che doveva fare, poi siamo andati sotto per un rigore dubbio. Inoltre è Gabbiadini che inizia il fallo, il nostro giocatore era davanti. Noi abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare, usciamo sconfitti per un episodio dubbio. Vai a casa senza punti, per via di un rigore del genere. Brucia molto».

«In questo momento avevamo due giocatori in campo, al netto degli assenti, che hanno stretto i denti per giocare. Oggi abbiamo fatto al prestazione. Senza quell’episodio avremmo commentato un risultato diverso, ma rispetto alle ultime trasferte torniamo a casa consapevoli. Si esce da questo momento attraverso le prestazioni, la squadra è andata in campo e ha giocato. Oggi avremmo meritato un risultato positivo – ha concluso Maran – dobbiamo andare avanti su questa strada».