Mazzarri risponde a Giampaolo: «Ma quale paura?»

Mazzarri Sampdoria
© foto Valentina Martini

Scontro a distanza tra i due allenatori dopo Sampdoria-Torino: per Giampaolo i granata sono scesi in campo con un atteggiamento difensivo

Le parole di Marco Giampaolo non sono andate giù a Walter Mazzarri, che al termine della sfida tra Sampdoria e Torino ha voluto replicare, elogiando peraltro la prestazione della sua squadra su un campo ostico come quello del “Ferraris”: «I miei sono stati quasi perfetti in difesa, nel caso della punizione sono stati bravi loro. Credo che non abbiamo concesso niente e abbiamo creato quattro palle gol importanti. Lì dobbiamo migliorare, quando ci capitano occasioni in area dobbiamo fare gol, questa è l’unica nota stonata. In quattro settimane hanno giocato come piace a me. Giampaolo? Probabilmente la pensiamo in modo diverso, credo il Torino abbia giocato meglio della Sampdoria e senza paura, siamo entrati da tutte le parti. Se una squadra gioca così deve vincere».

Sull’espulsione di Acquah: «Non era un fallo da ammonizione. In più sono stato allontanato perché ho detto che De Silvestri aveva preso una botta in testa, il gioco invece è continuato ed eravamo già in dieci. La Samp ha pure rimesso in area la palla, se avessimo preso gol mi sarei arrabbiato cento volte di più. Niang? Quando l’ho tolto sembrava volesse restare in campo, ma avevo bisogno di uno fresco. Credo che Belotti con la volontà che ha riuscirà ad arrivare al top. Vediamo in settimana come andrà: potrebbe partire titolare la prossima settimana. Spero che Rincon non si sia stirato, per Obi è solo una forte botta».