Sampdoria-Torino, Giampaolo recrimina: «Potevamo fare di più»

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Sampdoria analizza la prestazione della sua squadra e critica l’atteggiamento difensivo del Torino

Marco Giampaolo ha così commentato il pareggio tra Sampdoria e Torino: «Una gara fisica, l’arbitro ha fischiato molte volte, pare ben 37. Il Toro aveva un centrocampo muscolare, non era semplice trovare spazi e noi comunque siamo stati bravi. Con la superiorità potevamo fare di più, ma le energie sono venute meno. Va bene, è un pari che ci sta, contro una squadra che ha perso pochissimo in campionato, solo quattro volte. Caprari? Mi sono preso un rischio, volevo dare un segnale, far capire che me la sarei giocata fino alla fine, fino a quel momento era stata dura la partita. Murru? Oggi non era facile contro questo Falque, avrebbe fatto sudare chiunque. Lui è andato bene, ha la gamba per sostenere quegli uno contro uno. Ha patito nel primo tempo perché arrivava un attimo dopo per accorciarlo, nel secondo lo ha chiuso bene. Non mi è dispiaciuto».

«La squadra gioca per ottenere il massimo. Europa? Se lo dico e vi accontento, allora lo dico. Giochiamo per l’Europa. Se metto il risultato davanti al gioco rischio di essere inibito nell’esposizione del mio calcio. Rischio di nascondermi, di non prendermi una responsabilità. Cerco di sgravarli dall’obiettivo e orientarli su un aspetto ludico. Che non vuol dire superficialità. Prima il Torino giocava con due centrocampisti e quattro punte, quella di oggi è una squadra venuta qui per non perdere, per sfruttare ripartenze, la precedente poteva fare qualche gol in più», conclude Giampaolo in conferenza stampa.