Connettiti con noi

Hanno Detto

Michieli: «Sampdoria? Va male anche per motivi extracalcistici»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Maurizio Michieli, in un lungo editoriale su Primocanale, ha fatto il punto sulla situazione in casa Sampdoria

Maurizio Michieli, in un lungo editoriale su Primocanale, ha fatto il punto sulla situazione in casa Sampdoria. Di seguito un estratto in cui si parla di alcune cause del momento negativo della squadra.

«Nelle scorse settimane sono infatti accaduti episodi che in altre ere geologiche, calcisticamente parlando, avrebbero fatto molto più rumore di quello che in realtà hanno sollevato. In primo luogo, l’imminente rischio fallimento della società immobiliare e cinematografica del gruppo Ferrero: il 27 ottobre si saprà se il Tribunale omologherà la richiesta di concordato preventivo oppure, accogliendo le contestazioni di un creditore (l’istituto finanziario svedese Hoist), aprirà la procedura di fallimento per Eleven Finance srl. Nulla che abbia direttamente a che fare con la Sampdoria, che tra l’altro è fiduciosa nell’esito positivo della vicenda, ma in caso di rovescio non si tratterebbe comunque di una bella notizia per colui che della Sampdoria è il presidente.

In secondo luogo, la causa di lavoro con il direttore sportivo Carlo Osti, dirigente di lunghissima data, prima con Garrone e poi con Ferrero stesso. Una situazione non inedita per il calcio italiano ma nemmeno così usuale. In ultimo, il surreale episodio avvenuto due giovedì fa a Bogliasco, quando D’Aversa, in epoca di skype, zoom e videochiamate, ha dovuto interrompere l’allenamento per precipitarsi in carne ed ossa a Milano ad un vertice convocato dal presidente Ferrero».