Montella al Ravano: «Sono cambiate molte cose, ora guardiamo al futuro»

© foto www.imagephotoagency.it

Alla presentazione della 32.a edizione del “Torneo Ravano”, oltre al direttore sportivo Carlo Osti c’era anche Vincenzo Montella. Il tecnico blucerchiato ha voluto soffermarsi sulla manifestazione: «E’ un torneo di lunghissima data, nato da un’idea di un grande uomo – introduce l’Aeroplanino – e dedicato ad un altrettanto grande presidente. E’ un torneo consolidato e bello, che rispecchia i valori importanti dello sport».

Passando alle questioni di campo, il pareggio ottenuto domenica contro la Fiorentina dà sicuramente fiducia: «I risultati mutano anche l’umore, anche se in fondo è sbagliato, ma purtroppo è così. Ai ragazzi questo non succede, cercheremo di portare avanti questa mentalità».

Da Udine a Udine. A un girone di distanza dal suo arrivo sulla panchina blucerchiata sono cambiate molte cose in questa Sampdoria, come ammette lui stesso: «Sono cambiate un po’ di cose, potevamo fare sicuramente meglio, ma adesso dobbiamo guardare al futuro, chissà che qualche bambino del “Ravano” non sia nel futuro di una squadra genovese».