Montella: «Samp squadra logica, mi aspetto una reazione»

© foto www.imagephotoagency.it

Giornata di vigilia anche in casa Milan per i prossimi avversari del Doria nella gara di domani che aprirà il quarto turno di Serie A Tim. Come di consueto, a vigilia corrisponde la conferenza stampa che introduce i temi relativi al match. Dalla sala stampa di Milanello, ha parlato Vincenzo Montella, alla prima gara da ex allenatore contro parte dei suoi ex giocatori: «In settimana ho visto che la reazione c’è stata dopo la sconfitta contro l’Udinese. Serve l’orgoglio per affrontare questo momento e indossare questa maglia».

Si passa subito ai ballottaggi di formazione, il più quotato ad andare in porto è quello di Davide Calabria al posto di Abate: «Calabria è una risorsa per noi, lo abbiamo trattenuto con convinzione. C’è grande fiducia in lui, è un giocatore utile e adatto a stare in questo gruppo. La Samp? È stata costruita con logica seguendo le idee tattiche dell’allenatore, e in campo si vede. Quanto a noi non sono preoccupato perchè vedo grande voglia di fare. Anche domenica ho visto alcune cose buone, non bisogna perdere l’equilibrio anche nei giudizi».

In settimana sono piovute diverse critiche nei confronti di alcuni giocatori, in particolare Montolivo, uno dei senatori: «Quando le cose non vanno bene, i giocatori di maggiore esperienza sono quelli più criticati. Succede ovunque, non solo qui. La responsabilità poi è di noi allenatori, sono clausole non scritte nei nostri contratti. Niang? È un giocatore importante, si mette sempre a disposizione della squadra. Può crescere ancora tanto, non si deve accontentare ma non si deve prendere tutta la responsabilità. La squadra deve aiutare a farlo rendere al meglio. La formazione? Non credo che qualcuno pensi di essere intoccabile, nessuno lo è e tutti devono dimostrare qualcosa a partire dagli allenamenti».

«Nella gara di domani non voglio più vedere che la squadra accetti l’andamento della partita e mi aspetto rabbia, orgoglio e responsabilità, oltre agli aspetti tecnico-tattici. Mi sono confrontato con loro, domani avrò le risposte. L’accoglienza del Ferraris? Io sono un professionista, sono da qualche anno nel calcio e ne ho viste tante. Mi dispiacerebbe se l’accoglienza fosse negativa, ma è una cosa che ci può stare. Il mio affetto per la Samp c’è sempre. Domani dobbiamo dimostrare tutto, serve un buon approccio e coraggio. Serve una partita perfetta per dimostrare chi siamo».

Articolo precedente
Sampdoria – Milan, arbitrerà Irrati
Prossimo articolo
Primavera, quattro cambi di orario nei primi 8 turni