Murru freme: «Sogno il mio primo gol». E la nazionale…

murru sampdoria
© foto Valentina Martini

Murru a cuore aperto: «Sogno la chiamata di Mancini e il primo gol in Serie A con la Sampdoria»

Marco Sau non sarà il solo grande ex del lunch match di oggi fra Sampdoria e Cagliari. Al “Ferraris”, i sardi riabbracceranno un’altra vecchia conoscenza come Nicola Murru, cresciuto tra le fila dei rossoblù: «La sfida con il Cagliari è una partita speciale – ha esordito il terzino blucerchiato ai taccuini de Il Secolo XIX – una gara del cuore per me. Noi della Sampdoria non possiamo sbagliare, abbiamo bisogno di una vittoria per riprendere il nostro cammino. Ci servono punti». Tra i giocatori che più sono cresciuti in questi ultimi mesi, Murru adesso immagina anche un possibile futuro in nazionale: «Ci penso, come ogni calciatore. Sarei onorato di essere chiamato da Mancini, ma so che questo sogno passa dalla realtà Samp, da quel che farò vedere qui». Sugli obiettivi stagionali, il classe ’94 ha le idee chiare: «Vorrei segnare il mio primo gol (Murru non ha mai segnato in Serie A, ndr), continuare a fare qualche assist e dare il mio contributo per qualificarci per l’Europa».