Napoli-Sarri, manca il rinnovo: De Laurentiis pensa a Giampaolo

giampaolo sampdoria
© foto Valentina Martini

Napoli, Sarri non ha ancora firmato il rinnovo del contratto: se i rapporti col tecnico dovessero precipitare, De Laurentiis penserebbe a Giampaolo

Sono ore molto calde in casa Napoli: non solo per i potenziali arrivi sul mercato, arrivi che dovrebbero puntellare la rosa azzurra e renderla adatta a sostenere fino al termine del campionato la lotta a due con la Juventus per lo Scudetto. Ci sono altre importanti questioni che tengono banco alle falde del Vesuvio, una su tutte il rinnovo del tecnico Maurzio Sarri. Questione piuttosto singolare, dato che l’ex allenatore dell’Empoli è legato alla società partenopea da un contratto valido fino al 2020. Come noto, però, il presidente del Napoli De Laurentiis preferisce sempre blindare i fuoriclasse che militano nella sua squadra, sia che si tratti di giocatori, sia che si tratti dell’allenatore.

Ecco perché il vulcanico numero uno azzurro sta spingendo Sarri a firmare un ulteriore prolungamento, fino al 2022. Un prolungamento che Sarri, fino ad ora, ha sempre rifiutato: difficile immaginare una separazione in questo momento, certo, ma se a fine stagione il Napoli dovesse mancare ancora una volta lo Scudetto, la società azzurra e Sarri potrebbero decidere di separarsi: il prescelto per sostituire il tecnico napoletano sarebbe proprio l’allenatore della Sampdoria Giampaolo, che già ad Empoli, sostituendo Sarri, ha fatto molto bene. Si potrebbe trattare, per l’allenatore svizzero, della prima, vera, grande occasione sulla panchina di una big, una proposta difficile da rifiutare per lui e per Ferrero, che ha sempre dichiarato che avrebbe lasciato libero il proprio tecnico di decidere cosa fosse meglio per il proprio futuro. Molto si deciderà in questi giorni, nei quali Sarri dovrà dare una risposta definitiva alle richieste del proprio presidente.