Next Generation Sampdoria: lezione specifica sull’allenamento per reparti

Iscriviti
Sampdoria news maglia abbonamenti
© foto www.imagephotoagency.it

Next Generation Sampdoria, ecco le coaching lesson sulla figura del responsabile tecnico e l’allenamento per reparti: il comunicato del club blucerchiato

«Doppio appuntamento agli archivi per Next Generation Sampdoria, che tra mercoledì 13 e lunedì 25 gennaio ha approfondito due importanti temi del suo programma di formazione. La figura del Responsabile Tecnico. Nella prima Coaching Lesson  è stata approfondita ‘La figura del Responsabile Tecnico‘, un intervento a cura di Luca Oddone. L’obiettivo dell’incontro – seguito da circa 60 tecnici in tutta Italia – è stato quello di fornire un vademecum utile a tratteggiare le caratteristiche e le mansioni che deve svolgere il responsabile tecnico all’interno di una società affiliata. Focus finale dedicato al ruolo strategico e di raccordo che il responsabile tecnico svolge verso U.C. Sampdoria nell’ambito di Next Generation.                                                                                            Allenamento per reparti.  Nella seconda serata, invece, è stata affrontata la tematica ‘Allenamento per Reparti‘. Relatori Vito Coppa e Nicolò Buono, tecnici blucerchiati delle Leve U14 e  U12. Un’ora abbondante di riflessione sull’utilità e sull’efficacia di svolgere allenamenti specifici per reparti, tesi suffragate grazie ad episodi ed esperienze vissute dai tecnici in prima persona e mostrate attraverso possibili esercizi pratici di applicazione. La lezione – particolarmente gradita – ha raccolto la presenza di quasi 90 utenti collegati in contemporanea.                                                                                                        Visite. Proseguono intanto le visite ai centri sportivi delle affiliate liguri, secondo le disposizioni anti-COVID-19. Gli emissari doriani hanno bussato alle porte di Villaggio Calcio, The Shire, Don Bosco Sampierdarena, CDM Futsal, San Siro Struppa e PSM Rapallo. In ogni tappa c’è stato modo di vedere in azione calciatori e allenatori per valutare e migliorare l’operato».