Nobuhito, dal Giappone per il derby: «Spero che i bibini vadano giù»

nobuhito suzuki sampdoria club tokyo
© foto Facebook

Nobuhito Suzuki, socio del Sampdoria Club Tokyo, è arrivato a Genova per vedere il Derby della Lanterna: «Mi auguro che i bibini vadano giù»

Migliaia di chilometri e ore di volo per vedere dal vivo il Derby della Lanterna. Nobuhito Suzuki, socio del Sampdoria Club Tokyo arrivato dal Giappone appositamente per sostenere la Sampdoria nella stracittadina in programma domenica, non ha perso tempo e si è immediatamente recato a Bogliasco, dove è stato intercettato dai microfoni di Telenord: «Vivo in Giappone ma da sempre mi sento vicino alla Sampdoria. Perché la Samp? Quando ho visto Vialli e Mancini – ricorda – mi sono innamorato. Nel club per il momento siamo solo 17 soci, ma la passione è molto grande. Vengo spesso in Italia da quando ho smesso di lavorare un anno fa. Peccato che il viaggio sia molto costoso».

A domanda sul derby, Nobu – così si fa chiamare qui in Italia – spiazza tutti con una risposta che trasuda genovesità e rientra pienamente nel clima di sfottò che ogni volta precede questa sfida dal sapore così particolare: «Sarò qua a seguirlo, mi aspetto solo una vittoria. Mi auguro… bibini giù (ride, ndr), anche se sarebbe meglio non dire niente in questi casi». Il riferimento è chiaramente alla poco rosea situazione di classifica del Genoa che, in caso di sconfitta, si avvicinerebbe alla zona retrocessione.

Quando gli viene chiesto quale giocatore della Sampdoria gli piaccia di più, lui storce il naso: «È una domanda difficile, ma forse Fabio Quagliarella. Mi piace molto, è un grande capitano. Mister Giampaolo? Mi piace, anche se a volte sembra un po’… strano. Però mi piace». Il tifoso giapponese si congeda con un immancabile dichiarazione d’amore: «Forza Sampdoria, sempre, comunque e dovunque».

Sampdoria, Nobuhito Suzuki: dal Giappone per seguire il derby