Novellino spiazza tutti: «La Samp è da Europa League»

novellino
© foto www.imagephotoagency.it

Il doppio ex Novellino su Samp-Torino: «Due squadre speciali per me. Entrambe possono ambire all’Europa League»

Chi meglio di Walter Novellino può commentare la sfida in programma domani tra Sampdoria e Torino? Dopo aver allenato per cinque stagioni i blucerchiati, il tecnico ha trascorso due anni sotto la Mole e aveva anche vestito da giocatore la maglia granata negli anni ’70: «Sono due squadre speciali per me – esordisce a toronews.net – le porto dentro il cuore. Da una parte il Toro che, esclusa l’ultima partita contro il Lecce, è una squadra che secondo me è in netta ascesa. La sconfitta contro il Lecce sicuramente lascia un po’ di amaro in bocca, però la squadra ha sempre risposto bene e secondo me con l’inserimento di un giocatore importante come Verdi potrà migliorare ancora. Parliamo di un giocatore che ha qualità ed è proprio quello che serviva al Toro: sono convinto che farà bene».

«La Sampdoria invece sta passando un brutto momento – prosegue Novellino – ma serve tempo per adattarsi a quello che chiede un allenatore nuovo. Di Francesco è molto bravo, ma i giocatori venivano dagli anni di Giampaolo, con un gioco diverso. Erano abituati a giocare con due punte e un trequartista, è normale che abbiano avuto qualche difficoltà. Se mi chiedi chi tifo, non posso risponderti. Sarei contento se Di Francesco si riprendesse subito, perché se lo merita. E anche il pubblico della Sampdoria si merita tanto. Il Toro però lo vedo in grande crescita».

Nonostante gli avvi di campionato diametralmente opposti, quando gli viene chiesto a quale traguardo le due squadre possano puntare, Novellino dà la stessa risposta per entrambe: «Un posto in Uefa (l’attuale Europa League, ndr), perché no?! Sono convinto che entrambe possano ambire a qualcosa di importante. È presto per dare un giudizio definitivo dopo le prime tre giornate di campionato, perché la condizione fisica lascia ancora a desiderare e ci sono alcune novità tattiche da assimilare. Però sono convinto che abbiano un potenziale importante», assicura il tecnico.