Osti per un calcio pulito: «La Sampdoria lotta contro le frodi sportive»

Osti sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Workshop a Bogliasco sul match-fixing, il ds Osti: «La Sampdoria vuole creare uomini corretti, in campo e nella vita»

Un doppio worskshop ha avuto luogo oggi al centro sportivo “Mugnaini” di Bogliasco. Il primo, alle 12.30, rivolto alla prima squadra, il secondo, un’ora dopo, alla Primavera e all’U17 della Sampdoria. Il progetto “Per l’integrità del gioco: formazione in campo contro le frodi sportive”, promosso da Lega Serie A, Sportradar e Istituto per il Credito Sportivo, ha avuto come tema quello del match-fixing, affrontato dall’avvocato Marcello Presilla, che ha messo in guardia i presenti da rischi e conseguenze. Anche Carlo Osti, direttore sportivo blucerchiato, è intervenuto a margine dell’evento ribadendo l’appoggio del club: «La lotta alle frodi sportive è una tematica alla quale il nostro club, sempre attento ai valori della lealtà e del fair play, tiene in maniera particolare. Ritengo pertanto che gli incontri di oggi abbiano una valenza formativa importante, in particolare nei più giovani, su alcuni aspetti del calcio che spesso si rischia di sottovalutare o, ancor peggio, ignorare. Sottolinearli con metodologia e prevenzione – riporta il sito ufficiale della società – rappresenta la strada giusta da seguire al fine di creare uomini seri e corretti in campo e nella vita».

Articolo precedente
quagliarella sampdoriaSampdoria, penultimo allenamento: Bereszynski e Quagliarella in gruppo
Prossimo articolo
mondonicoQuando Mondonico parlò di Vialli: «Campioni si nasce e si diventa»