Connettiti con noi

Hanno Detto

Quando Osti disse: «Credo che la squadra sia competitiva». E ora?

Pubblicato

su

Carlo Osti si incontrerà con il CdA della Sampdoria: la parabola del dirigente dall’allontanamento al reitegro

Il CdA farà il punto anche con i direttori sportivi Carlo Osti e Daniele Faggiano. Non è ancora chiaro quali saranno i temi che verranno discussi e come, se verrà fatto, verranno rimodulate le cariche all’interno dell’area tecnica. Quello che è certo è che questo dualismo non ha funzionato nei mesi passati e sembra difficile possa funzionare nel futuro.

La parabola di Osti alla Sampdoria è chiara. Lunga militanza con Massimo Ferrero, poi l’allontanamento, la causa di lavoro sfiorata e poi sfociata nel nulla anche a seguito dell’arresto dell’ex presidente. Il reintegro nello staff da parte del nuovo CdA. La spartizione dei compiti e la vicinanza con Marco Giampaolo. Il mercato estivo e le dichiarazioni che, lette con il senno del poi, fanno sorridere. «Siamo contenti di aver preso Pussetto e Amione, credo che la squadra sia competitiva per i nostri obiettivi», le parole di Osti nell’utimo giorno di scambi. Poi il successivo allontanamento da Bogliasco, dopo l’esonero del tecnico di Giulianova. E ora?

Non è ancora chiaro come il CdA abbia intenzione di gestire i due direttori sportivi in vista del mercato di gennaio che si presume, dalle parole di Marco Lanna, come una sessione difficile e fatta prevalentemente di accordi temporanei. Nuovi acquisti, con l’attuale proprietà, non saranno possibili. Si lavorerà solo sui prestiti e sulle cessioni. Difficile dire se il ruolo di Osti sarà operativo, escluso che segua la squadra in Turchia.

Sampdoria News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 44 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a U.C. Sampdoria S.p.A. Il marchio Sampdoria è di esclusiva proprietà di U.C. Sampdoria S.p.A.