PAGELLE Lazio Sampdoria: Augello in crescita, Quagliarella ci prova

Iscriviti
augello sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio Sampdoria, le pagelle del match: Augello continua a migliorare, Quagliarella non trova la porta

Audero 6,5 – Primo tempo importante per il numero uno della Sampdoria. Non può nulla sul gol di Luis Alberto ma riesce a tenere in piedi il match con due buone parate su Immobile e Luis Alberto. Nella ripresa ordinaria amministrazione e sicurezza per il classe 97.

Ferrari 6 – Ritorno dall’infortunio difficile per il difensore blucerchiato. Nei primi minuti ribatte colpo su colpo gli attacchi della Lazio. Mantiene la posizione con sicurezza fino al gol di Luis Alberto, nell’occasione del vantaggio biancoceleste è in colpevole ritardo. Nel secondo tempo acquista sicurezza e stoppa qualsiasi tentativo degli avanti biancocelesti.

Yoshida 5 – Inizia con la solita sicurezza. Precisissimo su tutte le chiusure. Quando aumenta il forcing degli avversari soffre troppo. Gli spunti di Correa e Luis Alberto gli creano troppe difficoltà. Non ha nemmeno la solita cattiveria nei contrasti. Ranieri lo richiama in panchina all’intervallo (dal 46′ Bereszynski 6 – Poche iniziative per il terzino destro, si concentra maggiormente sulla fase difensiva e riesce a coprire gli spazi. Nel finale supporta il forcing della Samp).

Colley 6,5 – Sottotono il primo tempo del gambiano della Sampdoria. Non rischia tanto per la manovra compassata della Lazio ma sui pochi palloni che arrivano in area soffre troppo. Nel secondo tempo migliora nettamente e chiude bene le giocate nello stretto dei biancocelesti. Più sicuro anche nel gioco aereo.

Augello 6,5 – Il terzino blucerchiato continua nella sua crescita. Dopo un inizio ordinato e attento in fase difensiva, prende coraggio e si invola anche in solitaria verso la porta avversaria. Crea pericoli alla difesa della avversaria ed è una spina nel fianco a sorpresa per i capitolini.

Candreva 6,5 – Buone le iniziative sulla destra. Nel primo tempo non riesce a trovare uomini in area e le sue giocate si perdono tra le maglie della difesa della Lazio. Nella ripresa, nel suo ruolo naturale, tocca diversi palloni ma non ha i compagni giusti per finalizzare i suoi spunti (dal 80′ Torregrossa 6 – Si danna l’anima per aiutare la squadra ma non riesce ad incidere).

Ekdal 5,5 – Difficoltà nel primo tempo per il centrocampista della Sampdoria. Protegge la difesa e gioca troppo distante da Silva e dagli uomini offensivi blucerchiati. Fatica anche a contenere le iniziative dei centrocampisti avversari. Nel finale aiuta il forcing ligure senza troppa fortuna.

Silva 5,5 – Prima fase di gioco difficile per il portoghese della Sampdoria. Il giallo preso, tra l’altro, gli impedirà di giocare con l’Atalanta. Cresce nella ripresa ma non è precisissimo nei passaggi. Accorcia gli spazi con la difesa per bloccare la manovra della Lazio ma non riesce a supportare il pressing blucerchiato come vorrebbe.

Ramirez 5,5 – Pochi i colpi di classe del fantasista blucerchiato. Costantemente impegnato a disturbare i portatori avversari. Non riesce, però, ad incidere nella manovra offensiva della Sampdoria. Troppo impreciso nell’ultimo passaggio (dal 46′ Jankto 5,5 – Tanta grinta per il 14 blucerchiato ma non riesce ad essere decisivo. Troppi errori vicino alla porta).

Keita 5,5 – Nel primo tempo sembra determinato e voglioso. Crea pochi pericoli alla porta di Reina ma è uno dei pochi che ha spirito di iniziativa. Con lo scorrere del tempo perde lucidità ed esce dalla partita, Ranieri se ne accorge e lo sostituisce (dal 66′ Damsgaard 5,5 – Il giovane talento della Sampdoria non entra in partita. Pochi spunti da segnalare per lui).

Quagliarella 6 – Le occasioni da gol della Sampdoria sono le sue. Il solo che spaventa realmente Reina. Se nel primo tempo, dopo il pasticcio difensivo laziale, non può fare di più, nella ripresa, sul cross di Augello, il suo colpo di testa è poco deciso. Nel finale è troppo isolato. Forse manca un rigore su di lui.

LAZIO (3-5-2): Reina 6; Patric 6,5; Acerbi 6; Musacchio 6,5; Marusic 5,5; Milinkovic-Savic 6; Leiva 6 (dal 63′ Escalante 6); Luis Alberto 7 (dal 63′ Muriqi 5,5); Lulic 5,5 (dal 55′ Fares 6); Correa 6,5 (dal 55′ Akpa Akpro 6); Immobile 5,5 (dall’85’ Caicedo s.v.)