Manchester United-Sampdoria, le pagelle: Torreira brillante, sofferenza sugli esterni

Torreira sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il Manchester United batte la Sampdoria 2-1: sofferenza per Sala e Pavlovic, Praet impreciso ma volenteroso. Torreira è il migliore in campo

Puggioni 6 – Subisce due reti più per l’imperizia della difesa che per suoi errori personali, alcune parate sono degne di nota (dal 41′ s.t. Tozzo  s.v.).

Sala 5 – Patisce particolarmente l’accelerata offensiva degli avversari e si trova costantemente in ritardo nei ripiegamenti. Poco lucido nel dialogare con i compagni, conferma la fatica vista in campo contro l’Hellas Verona (dal 30′ s.t. Bereszynski – Ha più polmoni del compagno di reparto e molta foga agonistica che non sempre viene premiata da passaggi vincenti, non si risparmia).

Silvestre 6 – Sicuramente il migliore di una difesa che Giampaolo dovrà registrare. Preciso in copertura, patisce il ritardo dei compagni di reparto.

Regini 5 – Alterna fasi positive di gioco a momenti di nebbia totale, l’avversario ovviamente non fa sconti e il capitano doriano si trova quasi sempre in ritardo sulle coperture. Nel secondo tempo patisce molto Rashford ed è costretto a interventi scomposti.

Pavlovic 5 – Se sulla fascia destra si soffre, sulla sinistra le sortite degli avversari lo ubriacano. Da un suo errore nasce l’azione del vantaggio del Manchester United. È costantemente in ritardo e poco lucido nelle scelte di gioco (dal 21′ s.t. Murru 5,5  Fa meglio di Pavlovic anche se, come il compagno di squadra, subisce l’avversario di livello).

Barreto 6 – Un secondo tempo migliore del primo per l’instancabile Edgar. Buone idee e filtranti che non vengono spesso colti dai compagni di squadra (dal 30′ s.t. Djuricic 5,5 – Non incide sul gioco e si trova spesso a commettere piccole imprecisioni che non impreziosiscono la sua prestazione).

Torreira 6,5 – Il migliore in campo. Tutti i palloni passano dai suoi piedi, cerca di mantenere il possesso palla facendo salire la squadra (dal 41′ s.t. Capezzi – s.v.).

Linetty 6 – Un primo tempo abbastanza fumoso, seguito da una ripresa decisamente più incisiva. È lui l’artefice dell’azione che porta Praet al pareggio. Considerando l’avversario, una prova sufficiente per il polacco che suda sempre la maglia (dal 21′ s.t. Alvarez  5,5 – Non parte titolare, ci si aspetta più brillantezza nelle sue giocate).

Praet 6 – Un primo tempo incolore con troppi errori in fase di impostazione e anche di conclusione, segue un secondo tempo nettamente più brillante. Sua la rete da fuori area del pareggio blucerchiato, esecuzione precisa che non dà scampo a De Gea. (dal 30′ s.t. Verre 6 – Le buone cose viste in campo contro l’Hellas Verona le ritroviamo anche con un avversario come il Manchester United, corsa e tanta precisione).

Caprari 6 – Dai suoi piedi nascono molti tentativi di sfondamento della difesa del Manchester United, ma un po’ di imprecisione e le doti degli avversari mandano a vuoto qualsiasi sua iniziativa offensiva. Si mostra comunque volitivo e propositivo (dal 30′ s.t. Bonazzoli – s.v.).

Quagliarella 6 – Qualche imprecisione di troppo e qualche conclusione fuori dallo specchio della porta. Esce dal campo a fine secondo tempo dopo aver provato ad alzare il baricentro della squadra (dal 41′ s.t. Kownacki – s.v.).