PAGELLE Parma Sampdoria: saracinesca Audero, fantasma Quagliarella

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Parma Sampdoria, le pagelle del match: ennesima ottima prova di Emil Audero. Fabio Quagliarella un fantasma

Audero 7 – Al 23′ salva con la punta delle dita un tiro insidioso di Gervinho, deviando il pallone sul palo e salvando la porta della Sampdoria. A tre minuti dalla fine del primo tempo devia bene in calcio d’angolo un tiro di Kucka deviato da Thorsby. Al 60′ si ripete sempre sullo slovacco con ottimi riflessi.

Bereszynski 6 – L’avversario da marcare è difficile e si chiama Gervinho, ma riesce a cavarsela abbastanza bene, vincendo più volte il duello con la freccia ivoriana.

Yoshida 7 – Inizia bene, ma al 12′ liscia un pallone che spalanca la porta a Gervinho, per fortuna Colley salva sul tiro successivo di Kucka. Si rifà al 25′ quando scaraventa in porta un pallone ricevuto dopo un rimpallo in area gialloblù, che vale il vantaggio blucerchiato. Poi riesce a difendere il vantaggio opponendosi molto bene agli attacchi ducali.

Colley 6,5 – Al 12′ è fondamentale a mantenere il pareggio, salvando un tiro a botta sicura di Kucka ad Audero ormai battuto. La sua partita è pulita, precisa e più che sufficiente.

Augello 6 – Buon primo tempo per il terzino blucerchiato che, al 38′ sforna un cross perfetto per Keita, che spreca poi di testa. Nella ripresa non ha paura di attaccare fino alla linea di fondo per tentare il cross in area.

Candreva 6 – Sempre essenziale nella manovra della Sampdoria grazie alla sua qualità e ai suoi continui cross in area, ma si schiaccia troppo spesso su Bereszynski (dall’81 Jankto sv).

Silva 6,5 – Primo tempo senza infamia e senza lode per il centrocampista portoghese. Nella ripresa è prezioso in mezzo al campo quando ferma sul nascere le azioni del Parma per fare ripartire la sua squadra (dall’81’ Ekdal sv).

Thorsby 5,5 – Partita non semplice per il norvegese ma, al 42′, salva provvidenzialmente su Kucka. Non è in una delle sue migliori giornate, però, come lo dimostrano i diversi passaggi sbagliati.

Ramirez 6,5 – Al 32′ è bravo e furbo a rubare il pallone a un distratto Hernani, avanzando fino al limite dell’area e servendo perfettamente Keita per il raddoppio doriano. Nel resto della sua partita si comporta piuttosto bene (dal 70′ Verre 5,5 – Entra con poco entusiasmo ed è troppo lento nelle giocate).

Keita 7 – È sempre in partita, cerca spesso di proporsi ma, cercando di fare ciò, si abbassa troppe volte sulla linea della trequarti. Al 32′, però, incrocia benissimo col mancino un pallone ricevuto da Ramirez e porta la Sampdoria sul 2-0. Dopo pochi minuti spreca l’occasione del 3-0 alzando troppo il pallone di testa dopo un cross perfetto di Augello (dal 57′ Damsgaard 6,5 – Entra e sfiora subito il gol con una botta dal centro dell’area che trova, però, un reattivo Sepe. Poi illumina la manovra offensiva della Sampdoria grazie a giocate di qualità).

Quagliarella 5,5 – Rischia subito al 6′ quando, al limite dell’area blucerchiata, si fa anticipare con troppa facilità da Conti che, per fortuna, conclude debolmente in porta. Nel secondo tempo è più battagliero, ma non riesce a incidere come ci si aspetterebbe dal capitano (dal 69′ Torregrossa 6 – Entra in un momento difficile e viene servito poco, ma aiuta la squadra a difendere il doppio vantaggio).

PARMA: Sepe 6,5; Conti 5,5, Iacoponi 5, Gagliolo 5,5, Pezzella 5,5 (dall’86’ Ricci sv), Grassi 5 (dal 65′ Brugman 6), Hernani 5 (dal 45′ Karamoh 5,5 (dal 79′ Mihalia sv), Kurtic 5,5; Kucka 6,5, Cornelius 5, Gervinho 6.