Palermo, Mirri tuona: «Mai con Ferrero»

Mirri
© foto Twitter

Mirri chiude la porta a Ferrero: «Palermo non sarà squadra satellite. Se vende la Samp? Presenti un progetto, ma non sarà con me»

Le dichiarazioni del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero non sono piaciute a Dario Mirri. L’imprenditore palermitano, che ha già fatto tanto per la società rosanero in passato, ha escluso il coinvolgimento di Ferrero se dovesse restare al timone della Sampdoria: «Ferrero lo conosco molto bene – afferma Mirri a tifosipalermo.it – ma l’ho conosciuto a febbraio quando avevo l’opzione di rilevare la società. Dopodiché non abbiamo avuto più contatti, è vero che lo conosco da circa sei, ma da allora non abbiamo avuto più contatti. Nel nuovo Palermo, perchè è probabile che il vecchio non ci sarà più, non potrà esserci spazio per chiunque abbia già una squadra di calcio, che sia Ferrero, Preziosi o De Laurentiis».

«È impensabile che il Palermo possa diventare una squadra satellite di un’altro club. Non ce l’ho assolutamente con Ferrero, ma per me non deve accadere quello che è accaduto ad esempio con la Salernitana e Lotito, se fossi un tifoso della Salernitana non sarei soddisfatto. Confermo invece che accanto a me c’è Rinaldo Sagramola, è un mio collaboratore che mi segue da 6 mesi e sarà con me nel progetto che il Sindaco dovrà valutare. Ma certamente non ci sarà un imprenditore che come Ferrero è proprietario di un’altra squadra. Se lui venderà la Sampdoria, come ha detto qualche giorno fa, può presentare un suo progetto, ma di sicuro non sarà con me. Ed escludo anche la presenza nella mia cordata di Preziosi».