Pellegrini pessimista: «La Sampdoria si è incartata»

quagliarella fiorentina-sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex Luca Pellegrini su Sampdoria-Fiorentina: «Ora la situazione è ribaltata rispetto all’andata, la Samp si è incartata»

Dopo due settimane di assenza dai campi, la Sampdoria è pronta a tornare a giocarsi i tre punti contro la Fiorentina, domenica alle ore 15 tra le mura casalinghe del “Ferraris”. Un periodo certamente negativo per la squadra di Marco Giampaolo, che nelle ultime 7 partite ha ottenuto ben 5 sconfitte. Una sfida delicata, la prossima, anche in termini di classifica, dato che i gigliati inseguono la Samp a soli 2 punti di distanza e vorranno tentare l’aggancio al sesto posto. L’ex blucerchiato Luca Pellegrini, intervenuti ai microfoni di Radio Bruno Toscana, ha esternato le sue sensazioni sul match: «Le due squadre arrivano alla gara in situazioni diametralmente opposte rispetto a quella del girone di andata. La Samp aveva la sua identità e un anno di lavoro insieme, dall’altra parte c’era una squadra in fase di costruzione, un cantiere aperto».

«Adesso le cose si sono un po’ ribaltate – ha spiegato Pellegrini – perché Pioli è riuscito a dare un’idea di gioco e un’identità ai suoi, elevando le qualità dei singoli. La Samp, invece, si è un po’ incartata e gioca soprattutto sulla velocità, rubando tempo e spazio agli avversari, che però ormai la conoscono. La discriminante è la sosta». Anche se mancherà una pedina importante come Davide Astori, squalificato, la difesa della Fiorentina si conferma una delle migliori del campionato: «La storia insegna che i campionati li vince chi costruisce la squadra dal basso, dando solidità, e mi sembra che Pioli abbia trovato la quadratura del cerchio», ha concluso l’ex capitano blucerchiato.