Ponce svela i piani: «Io e la Samp abbiamo voluto l’Europa»

ponce sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ponce dopo le esperienze di Livorno e Lugano: «Sono maturato». E sulle strategie di mercato: «Deciso con la Samp di rimanere in Europa»

Da quando ha lasciato la Primavera della Sampdoria per incominciare la sua avventura nel mondo del calcio professionistico, Andrés Ponce non ha più ritrovato in nessun’altra squadra una continuità e un rendimento di un certo livello. Pochi giorni fa il bomber classe ’96, interrompendo il prestito al Livorno, si è trasferito con la stessa formula alla Feralpisalò, insieme all’altro talento di proprietà della Samp Michele Rocca: «A Lugano e Livorno ho imparato molte cose. Forse non ho brillato – ammette – ma ho guadagnato molto in maturità. Mi hanno chiamato sia dal Venezuela che dagli Stati Uniti per chiedermi se fossi stato interessato ad andare, ma l’idea della Sampdoria e anche la mia è stata sempre quella di continuare in Europa».

Ponce è fiducioso che questo nuovo prestito in Serie C possa portare novità importanti in futuro: «Ho voglia di tornare in Nazionale, non c’è orgoglio più bello che indossare la maglia Vinotinto. Ogni giorno penso di migliorare per poter giocare con la Nazionale, voglio rinforzarmi per fare quel grande passo nella mia carriera che sto aspettando da così tanto tempo. Tutto questo sforzo sarà ripagato in breve tempo – conclude ai taccuini di meridiano.com.ve – questo cambiamento è qualcosa che farà bene alla mia carriera».