Pradè: «Lasciare la Samp non è mai facile». E sul mercato e Ferrero…

Daniele Pradé dice addio alla Sampdoria: «Non è stato facile, ma avevo voglia di cose nuove. Ringrazio tutto il popolo blucerchiato»

Quasi due anni passati alla Sampdoria non si dimenticano facilmente: Daniele Pradé, responsabile dell’Area Tecnica della società blucerchiata a partire da ottobre 2016, ha deciso di lasciare il club di Corte Lambruschini per una nuova avventura all’Udinese, ma ha espressamente chiesto di poter salutare i tifosi e in generale tutto il mondo Sampdoria con la conferenza stampa di questa mattina: «Mi sembrava doveroso salutare tutto il popolo blucerchiato. Voglio ringraziare fortemente il presidente Ferrero, da cui mi separerò da punto di vista professionale ma non da quello umano. Vorrei ringraziare la società che mi ha supportato. Quando uno va via c’è sempre un po’ di malinconia, lasciare la Sampdoria non è facile». Chiari anche i motivi che hanno spinto Pradé a non rinnovare il contratto: «A determinare la mia scelta è stato un insieme di cose. Questa è una società strutturata in una certa maniera, che funziona bene ed è giusto che sia così. Io, personalmente, avevo voglia di altre cose». Tanti gli argomenti toccati dall’ormai ex dirigente blucerchato: dal passaggio di consegne con Sabatini al rapporto tifosi-Ferrero, fino a qualche retroscena di mercato. Ecco il video della conferenza.

Articolo precedente
rolando palermoFascia destra in restyling: la Samp pensa al ritorno di Rolando
Prossimo articolo
viviano sampdoriaViviano saluta la Sampdoria: il messaggio da brividi