Pradé, porte chiuse al Venezia: resta alla Sampdoria

Pradè Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Pradé resta alla Sampdoria: rifiutato il ruolo da direttore generale al Venezia offertogli dal presidente Tacopina

Nei giorni scorsi si era parlato di un ipotetico valzer di dirigenti sportivi che avrebbe indirettamente unito le due squadre genovesi al Venezia, neo-promosso in Serie B. Ricapitolando, Preziosi ha scelto per il suo Genoa il nuovo Direttore Generale nella persona di Giorgio Perinetti, artefice, insieme ad Inzaghi e al presidente Tacopina, del ritorno in cadetteria della squadra della laguna veneta dopo tanti anni. Il Venezia, così, avrebbe contattato Daniele Pradé per sondare una sua ipotetica disponibilità a ricoprire il ruolo lasciato vacante dall’ex dirigente del Bari. Pradé, secondo quanto riportato da Telenord, avrebbe riflettuto a fondo sulla proposta, allettante per il fatto di poter godere di maggior libertà decisionale rispetto a quanto succede a Genova, decidendo alla fine di rifiutare e di restare alla Sampdoria. La sua strada e quella del club blucerchiato resteranno dunque unite almeno fino all’estate, quando – salvo prolungamenti – scadrà il contratto che ne lega i destini.